Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Appunti di Terapia

Profilassi dell'endocardite batterica: nuove linee guida

La profilassi dell'endocardite batterica è un tipo di trattamento che viene eseguito dai pediatri con una discreta frequenza, soprattutto nei soggetti che abbiano gravi alterazioni cardiache o che siano stati sottoposti a interventi di correzione di malformazioni cardiache. Un trattamento di prevenzione, come si sa, può essere di tipo continuo, come nella prevenzione delle ricadute della malattia reumatica, o, più spesso, viene eseguito saltuariamente in occasione di interventi, anche di lieve entità.
Dal 1955 le linee guida per la profilassi dell'endocardite batterica sono state riviste per ben 7 volte. L'ultima raccomandazione dell'American Hearth Association risale al 1997.
Queste raccomandazioni sottolineano che l'incidenza dell'endocardite batterica (EB) dopo la maggior parte degli interventi sui denti o di chirurgia generale, è da considerarsi bassa, tanto è vero che la maggior parte delle EB non può essere attribuita a procedure chirurgiche di qualsiasi genere. Vi è d'altra parte una generale tendenza all'uso eccessivo di antibiotici, grazie al quale è facile la comparsa di ceppi resistenti e l'aumento non necessario dei costi e delle reazioni avverse.

Situazioni cardiache a rischio
Va in primo luogo ricordato che fra le tante situazioni cardiache che richiedono una profilassi, non tutte hanno la stessa importanza. Esse vengono infatti suddivise in situazioni a rischio elevato, a rischio moderato e infine a rischio trascurabile, sulla base della diversa incidenza delle EB. I soggetti a maggior rischio sono quelli con protesi valvolari cardiache, con storia precedente di endocardite, con malattie congenite complesse e cianotizzanti, con shunt o condotti sistemico-polmonari, artificialmente indotti. In tutte queste condizioni l'uso della profilassi è sicuramente indicata.
Il prolasso della mitrale occupa un posto a sé stante. Viene infatti riconosciuto che solo una piccola parte dei pazienti con prolasso della mitrale sviluppa una EB: sono quelli con i prolassi più consistenti, che permettono un ampi rigurgiti, come dimostrato dalla presenza di click e di soffi ben udibili (utile in questi casi la metodica Doppler). Rappresenta un'indicazione anche la presenza di una valvola mitrale mixomatosa, con rigurgito.

Procedure per le quali la profilassi è indicata
In generale la profilassi è indicata per procedure che si associno a sanguinamenti dai tessuti molli o duri, come la chirurgia periodontale, la pulizia dei denti dal tartaro o comunque qualsiasi intervento di tipo professionale sui denti. Nei casi in cui il sanguinamento non sia prevedibile, la profilassi va praticata entro 2 ore e non oltre le 4 dall'intervento. 
La profilassi va anche praticata in caso di tonsillectomia o di adenoidectomia, come per interventi che interessino la mucosa respiratoria o che richiedano la broncoscopia con tubo rigido. Non viene considerata a rischio l'endoscopia gastrointestinale, la biopsia della mucosa, la biopsia profonda, la polipectomia e la sfinterectomia. Nella chirurgia a carico dell'intestino la profilassi con antibiotici è sempre indicata, specialmente nei pazienti a rischio. Analogamente ci si comporta per la procedure diagnostiche o chirurgiche a carico del tratto genito-urinario.

Tipo di profilassi
Nelle nuove linee guida ci sono anche cambiamenti a proposito del tipo di antibiotico e delle dosi. Per procedure a carico dei denti, della bocca, della vescica urinaria e dell'esofago, il regime profilattico standard è stato ridotto da 3 a 2 g di amoxicillina (per i bambini 50 mg/kg), da dare un'ora prima della procedura. Non viene più usata una seconda dose.
Per i soggetti allergici alla penicillina, viene consigliata la clindamicina o una cefalosporina di 1° generazione o l'azitromicina o la claritromicina. L'eritromicina non viene più raccomandata.
Per i pazienti appartenenti alla categorie ad alto rischio, come per soggetti che vengano sottoposti a procedure a carico dell'apparato gastrointestinale o delle vie urinarie, viene preferita la via parenterale, con ampicillina + gentamicina o vancomicina + gentamicina.

Bibliografia
Dajani ASD, Taubert KA, Wilson W et al - Prevention of bacterial endocarditis. Recommendations by the American Heart Association.-JAMA 277, 1794-801, 1997 
Dajani AS - Prevention of bacterial endocarditis: highlights of the latest recommendations by the American Hearth Association. Pediatr Infect Dis J 17, 824-5, 1998 
Gewitz MH - Prevention of bacterial endocarditis - Curr Opin Pediatr 9, 518-22, 1997 
Oldegord-Hermiston EJ, Nowak AJ, Kanellis MJ - Practices and attitudes concerning oral health in pediatric cardiology clinics to prevent infective endocarditis. Am J Cardiol 81, 1500-2, 1998 
Pierald LA, Lancelotti P, Galiuto L - Infective endocarditis: prevention, diagnosis and management. Eur J Emerg Med 1, 104-9, 1994 
Stamboulian D, Carbone E - Recognitionm, management and prophylaxis. Drugs54, 730-44, 1977 

Vuoi citare questo contributo?

Profilassi dell'endocardite batterica: nuove linee guida. Medico e Bambino pagine elettroniche 1999;2(3) https://www.medicoebambino.com/?id=AP9903_30.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.