Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Presentazioni PPT



TERAPIE E FARMACI


KetoDex! una combinazione vincente?

Sara Romano
IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Trieste


Indirizzo per corrispondenza: 
sara.romano17@gmail.com


La sedazione pediatrica effettuata da non-anestesisti si sta imponendo sempre di più nell’ambito di procedure dolorose o che richiedono l’immobilità. Sebbene diversi farmaci anestesiologici siano disponibili per ottenere una sedazione efficace, non è stata ancora individuata la combinazione farmacologica più efficace e sicura, soprattutto in pazienti sindromici con molteplici fattori di rischio.
Nella nostra esperienza, la sedazione procedurale di un bambino con alfa-mannosidosi, che doveva effettuare una risonanza magnetica di follow-up e un aspirato midollare, è stata effettuata attraverso dexmedetomidina intranasale (4 µg/kg), somministrata 45 minuti prima del posizionamento dell’accesso venoso, e ketamina endovenosa (1 mg/kg), senza evidenza di desaturazioni o altre complicanze.
Pertanto, la somministrazione intranasale di dexmedetomidina insieme al posizionamento di una crema anestetica sul dorso delle mani e/o nelle pieghe dei gomiti può facilitare l’accesso venoso. La successiva somministrazione di ketamina per via endovenosa permette di condurre una sedazione efficace e sicura anche in bambini con una difficile gestione delle vie aeree.


PPT
Scarica la presentazione





Vuoi citare questo contributo?

S. Romano KetoDex! una combinazione vincente?. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019;22(26) https://www.medicoebambino.com/?id=PPT1907_760.html