MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Gennaio 2019
numero 1
I POSTER DEGLI SPECIALIZZANDI


La sindrome dell'arteria spinale anteriore
Emma Acampora, Virginia Mirra

Dipartimento di Scienze Mediche Traslazionali, Sezione di Pediatria, Università "Federico II", Napoli
Indirizzo per corrispondenza: emma.acampora@virgilio.it


Nei bambini, lesioni a insorgenza acuta a carico del midollo spinale possono essere legate a varie cause (infiammatorie, vascolari, traumatiche) e a manifestazioni cliniche differenti.

Riportiamo il caso di un paziente di 13 anni giunto in Pronto Soccorso per improvvisa comparsa di senso di costrizione toracica, ipostenia agli arti inferiori e disturbi sfinterici. Nessun problema all’anamnesi. Alla visita i riflessi osteo-tendinei non erano elicitabili, la forza muscolare era ridotta nelle gambe e lievemente nelle braccia, con ipoestesia agli arti inferiori bilateralmente. Gli esami ematochimici mostravano valori anomali esclusivamente nei livelli di creatinchinasi (3000 U/l), nella norma dopo 48 ore. La radiografia del torace e l’ecografia dell’addome erano normali. L’esame del liquido cerebro-spinale risultava nella norma.
Nel sospetto di una lesione midollare a livello cervicale, eseguiva RM e TC di encefalo e midollo, normali. Velocità di conduzione motoria e sensitiva normali escludevano un interessamento del sistema nervoso periferico. Data la negatività di tale indagini e la recente separazione dei genitori, veniva avviato approfondimento neuropsichiatrico. Nei giorni successivi il paziente presentava progressivo miglioramento spontaneo della sintomatologia. Tuttavia, per la persistenza di incontinenza urinaria e ipostenia ripeteva la RM con mezzo di contrasto che evidenziava multiple areole iperintense in T2 (vertebre C6-D4), con interessamento delle corna midollari anteriori, attribuibili in prima ipotesi a esiti di danno ischemico nel territorio dell’arteria spinale anteriore. Inoltre, ai potenziali evocati motori si evidenziavano alterazioni a carico della via motoria efferente al muscolo tibiale anteriore sinistro.

Le caratteristiche radiologiche della lesione suggeriscono una sindrome dell’arteria spinale anteriore, condizione rara in età pediatrica, caratterizzata da perdita della funzione motoria sub-lesionale e della sensibilità dolorifica e termica con conservazione di quella propriocettiva, disturbi disautonomici e areflessia. Le cause possono essere anatomiche, traumatiche, ischemiche, onco-ematologiche e, raramente, genetiche.


Vuoi citare questo contributo?
E. Acampora, V. Mirra. LA SINDROME DELL'ARTERIA SPINALE ANTERIORE. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(1) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1901_10.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.