MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Luglio 2019
numero 7
PRESENTAZIONI PPT




CARDIOLOGIA


Troponina: non sempre piccoli problemi di cuore

Francesca Caldarale, Maria Luisa Casciana, Claudio Giacomozzi, Manuela Putzu, Silvia Sordelli, Claudia Salemi, Silvia Fasoli
UOC Pediatria, Ospedale “Carlo Poma”, ASST Mantova
*Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Brescia


Indirizzo per corrispondenza: 
francesca.caldarale@gmail.com


S. è una ragazza di 14 anni giunta alla nostra attenzione per un episodio caratterizzato da sudorazione, vertigini, nausea, acufeni e offuscamento del visus, non associato a perdita di coscienza, dolore toracico o cardiopalmo, e risoltosi rapidamente in posizione anti-Trendelemburg. Dall'anamnesi personale non si evidenziano problematiche di rilievo: pratica sport senza accusare disturbi; l'ECG annuale per certificazione medico-sportiva e una recente ecocardiografia risultano nella norma. Tuttavia, dall'albero genealogico emerge familiarità per morte cardiaca improvvisa in età giovanile. In PS la ragazza si presenta in buone condizioni generali, apiretica, asintomatica e con parametri vitali nella norma; effettua ECG, privo di alterazioni compatibili con cardiopatia, ma, alla luce della storia familiare, esegue dosaggio urgente degli enzimi di miocardiolisi, con riscontro di aumento isolato della troponina I cardiaca (121 ng/l). Trattenuta in Osservazione, si conferma il dato a distanza di 6 h e si ricovera nel sospetto di miocardite acuta, iniziando terapia antinfiammatoria con naprossene. Gli accertamenti cardiologici (ECG, Holter-ECG ed ecocardiografia) e la ricerca sierologica dei principali agenti microbici risultano tuttavia negativi. Dimettiamo S. dopo 7 giorni con troponina in progressivo calo e con indicazione a proseguire terapia. Al controllo dopo 72 ore, un inaspettato e significativo rialzo isolato della troponina I (463 ng/l) impone nuovo ricovero. La RM cardiaca urgente e l'ECG da sforzo escludono definitivamente miocardite e lesioni ischemiche. La persistenza di ipertroponinemia isolata, in una paziente peraltro completamente asintomatica, ci induce ad approfondire tutte le cause non cardiache di rialzo di tale enzima: funzionalità epato-renale e tiroidea nella norma, profilo immuno-reumatologico non suggestivo di malattie autoimmuni, enzimi muscolari negativi; persino, la titolazione del campione nega alterazioni di tipo analitico (macroenzimi, anticorpi eterofili). All'ultimo controllo, dopo circa un mese, S. presenta un valore di troponina pari a 34,9 ng/l, in completo benessere.
Questo caso evidenzia come il dosaggio della troponina vada richiesto solo nel sospetto di patologia cardiaca e vada interpretato insieme ad altri parametri indicativi di cardiopatia (ECG, rialzo degli altri enzimi di miocardiolisi); e dimostra come un aumento isolato della troponina, in paziente asintomatico, non sia indicativo di un disturbo cardiologico e spesso possa innescare algoritmi diagnostici lunghi e complessi che in alcuni casi descritti in letteratura hanno condotto persino a esecuzione (e ripetizione) di coronarografia!



PPT
Scarica la presentazione



Bibliografia di riferimento

Vuoi citare questo contributo?
F. Caldarale, M.L. Casciana, C. Giacomozzi, M. Putzu, S. Sordelli, S. Fasoli . TROPONINA: NON SEMPRE PICCOLI PROBLEMI DI CUORE. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(7) https://www.medicoebambino.com/?id=PPT1907_70.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.