MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Luglio 2019
numero 7
PRESENTAZIONI PPT




INFETTIVOLOGIA


Polmonite… e non solo

Carmela Gerarda Luana Raffaele
Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università «Sapienza» di Roma


Indirizzo per corrispondenza: 
luanaraffaele@hotmail.it


Mycoplasma pneumoniae è un agente eziologico responsabile di circa il 30-40% delle polmoniti acquisite in comunità in età pediatrica, con un picco di incidenza tra i 5 e i 15 anni di età. Più raro ma possibile risulta il coinvolgimento extrapolmonare, in particolare a livello di cute, SNC, apparato cardiovascolare, genitourinario, gastrointestinale, muscoloscheletrico ed ematopoietico. Beatrice, 8 anni, giunge in pronto Soccorso per febbre da cinque giorni (TC max 38,5 °C), faringodinia, astenia e la comparsa da circa due giorni di un’eruzione cutanea. Tale eruzione non è pruriginosa, inizialmente localizzata a livello dell’addome e degli arti inferiori, con successiva estensione a livello di tutto il tronco, degli arti superiori e del volto. All’esame obiettivo la bambina è febbrile (TC 38 °C) presenta un rash maculopapulare con elementi tendenti alla confluenza, intensamente eritematoso al volto, tronco e arti, compresi palmi delle mani e piante dei piedi. Il faringe è intensamente iperemico, mentre la restante obiettività nella norma. Agli esami ematici: GB 2240 (N 31,8%, L 53,9%), Hb 12,7 g/ dl, PLT 152.000, PCR 0,01 mg/dl, AST 84 U/l, ALT 115 U/l, funzionalità renale nella norma. Viene pertanto ricoverata. Durante il ricovero vengono eseguiti: Rx torace mostrante un diffuso ispessimento peribronchiale con uno sfumato addensamento in sede basale sinistra; tampone faringeo risultato negativo per streptococco beta-emolitico; sierologia per EBV negativa, sierologia per Mycoplasma pneumoniae mostrante una positività delle IgM pari a 2,6. Per cui viene iniziata terapia antibiotica con claritromicina. Durante il secondo giorno di ricovero la bambina è apiretica, con attenuazione dell’eruzione cutanea e successiva comparsa di desquamazione a partenza delle mani e dei piedi. Pertanto viene dimessa con indicazione a proseguire la terapia antibiotica per quindici giorni. A conclusione della terapia antibiotica si assiste a piena risoluzione dell’eruzione cutanea e normalizzazione degli indici di funzionalità epatica.

Conclusioni
Il nostro caso dimostra come le manifestazioni cliniche di un’infezione da Mycoplasma pneumoniae possono coinvolgere più apparati contemporaneamente. La cute in particolare è coinvolta nel 25-33% dei pazienti con infezione da Mycoplasma pneumoniae.


PPT
Scarica la presentazione





Vuoi citare questo contributo?
C.G.L. Raffaele. POLMONITE… E NON SOLO. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(7) https://www.medicoebambino.com/?id=PPT1907_330.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.