MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Luglio 2019
numero 7
PRESENTAZIONI PPT




INFETTIVOLOGIA


Il viaggio di Youssef

Prisca Da Lozzo
IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Trieste


Indirizzo per corrispondenza: 
priscadalozzo@gmail.com


Youssef è un bambino di 12 mesi che giunge in Italia accompagnato dai genitori, in cerca di risposte, al termine di un lungo viaggio in macchina dal Marocco. Terzogenito, nato a termine da parto eutocico, gravidanza normodecorsa e con perinatalità regolare, scopriamo che dai 3 ai 9 mesi di vita Youssef ha presentato ben 3 episodi di OMA perforata e 3 episodi di IVU, trattate in 2 occasioni con terapia parenterale. Per evidenza di reflusso bilaterale di 3° grado alla cistografia retrograda il piccolo era stato posto in profilassi con Bactrim. A 11 mesi è stato nuovamente ricoverato in Marocco per un quadro di tosse e febbre, con diagnosi alla TC torace di pleuropolmonite sinistra interpretata, crediamo, come stafilococcica perché trattata con oxacillina EV per 15 giorni e successivamente con flucloxacillina per os per 7 giorni. All’arrivo presso il nostro reparto, 2 giorni dopo il termine della terapia antibiotica per os, il piccolo si presenta in condizioni generali scadute, con pannicolo adiposo iporappresentato, ritardo della crescita staturo-ponderale e un evidente ritardo dello sviluppo psico-motorio (non riesce a restare seduto da solo senza supporto, non gattona). Febbrile, presenta un quadro di otorrea bilaterale e tosse, con riscontro di ipofonesi medio-basale sn e persistenza di pleuropolmonite all’ecografia del torace. Avviamo terapia con ceftriaxone ed eseguiamo esami ematochimici che mostrano un emocromo con formula nella norma (!), lieve anemia normocitica e sideropenia, ipoalbuminemia, ipergammaglobulinemia. Le indagini volte a escludere un quadro di TB (Mantoux, Quantiferon e ricerca di BK in 3 campioni di gastroaspirato) risultano negative. Considerate le infezioni batteriche ricorrenti, nel sospetto di immunodeficienza primitiva e in particolare di CGD, viene richiesto un test di ossidazione alla diidrorodamina che risulta negativo, ma viene segnalato dall’attento immunologo pediatra uno sbilanciamento dei linfociti B verso B della memoria e una prevalenza dei linfociti CD8 sui CD4. Viene pertanto eseguita una sierologia per HIV, risultata positiva, con viremia elevata (RNA HIV pari a 2.647.958 copie/ml) e CD4 ridotti 841/µl (vn 900-5500/µl). Risultava inoltre positiva la ricerca dell’Ag pneumococcico urinario. La sierologia per HIV eseguita nei familiari rivelerà la sieropositività per HIV nel padre e nella madre di Youssef, le sorelline risulteranno invece negative. Da questo caso ho imparato che nel bambino che viene da lontano con scarsa crescita, ritardo dello sviluppo psico-motorio e infezioni batteriche frequenti il pensiero dell’immunodeficenza acquisita (oltre che primitiva) è d’obbligo, anche in presenza di conta linfocitaria nella norma; suggestivo per infezione da HIV, come nel paziente adulto, l’inversione del rapporto CD4/CD8. Importante ricordare che nel bambino di età inferiore ai 18 mesi il solo rilievo di una sieropositività anche se confermata al Western Blot non è sufficiente a fare diagnosi per la possibile permanenza di Ab materni in circolo, è pertanto sempre necessaria la ricerca dell’HIV-RNA circolante.


PPT
Scarica la presentazione





Vuoi citare questo contributo?
P. Da Lozzo. IL VIAGGIO DI YOUSSEF. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(7) https://www.medicoebambino.com/?id=PPT1907_250.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.