Medico e Bambino
2008
Settembre 2008
numero 7
DOCUMENTI










Osservazioni sugli effetti del “Pacchetto Sicurezza” sui diritti dei bambini e degli adolescenti stranieri

Summary
“Medico e Bambino” è onorata di pubblicare questo importante testo, frutto di un intenso e appassionato lavoro di molte associazioni, coordinate dall’UNICEF. Si tratta di una serie di considerazioni e proposte che, chissà, potrebbero anche venire ascoltate “in alto” e che comunque rappresentano motivo di riflessione per tutti, e primariamente per i pediatri. Queste considerazioni e queste proposte possono apparire in qualche modo fragili e controcorrente, in un momento particolarmente difficile della nostra democrazia e dell’equilibrio mondiale, un momento in cui sembra potersi materializzare a breve il fantasma della recessione, accompagnata da una perdita almeno parziale dei privilegi del mondo occidentale, del benessere spinto all’edonismo, ma anche della sicurezza nel quotidiano, nel posto di lavoro, nella casa.

Consulta l'articolo in formato PDF [206 kB].


Vuoi citare questo contributo?
OSSERVAZIONI SUGLI EFFETTI DEL “PACCHETTO SICUREZZA” SUI DIRITTI DEI BAMBINI E DEGLI ADOLESCENTI STRANIERI. Medico e Bambino 2008;27:427-432 https://www.medicoebambino.com/?id=0807_427.pdf

Questo forum è regolamentato secondo delle linee guida.

2 commenti

Pacchetto Sicurezza
La decisione di "Medico e Bambino" di pubblicare l'importante testo onora ancora di più i suoi lettori, fragili e spesso controcorrente né più e né meno dei bambini e di come il documento potrebbe apparire. Ma i pediatri non possono abdicare, a qualunque condizione, al ruolo di "advocacy" dei bambini e dunque la gravità, questa sì globale, del momento storico che viviamo vale bene l'occasione per scendere in campo, come si sta facendo. Ci ascolteranno "in alto"? Forse un po' di più se si potrà aprire un forum permanente su "Medico e Bambino", come si sta facendo. Coraggio.


Paolo Paolucci
Univ. Modena e Reggio Emilia
mercoledì, 10 Settembre 2008, ore 10:06

Pacchetto Sicurezza
Sono molto contento della partecipazione attiva dell'ACP nella questione del pregiudizio contro rom e sinti, siano essi italiani o stranieri.

Sarebbe ora di dimostrare con seria ricerca che le responsabilità per le precarie condizioni di salute dei bambini rom e sinti sono molto più delle istituzioni e dei media che dei loro genitori.



Cordiali saluti,

Lorenzo Monasta
IRCCS Burlo Garofolo
mercoledì, 10 Settembre 2008, ore 10:10



La consultazione on-line degli articoli della Rivista Medico e Bambino e delle Pagine Elettroniche è riservata ai nostri gentili abbonati, ai quali richiediamo solo una breve procedura di REGISTRAZIONE.
L'inserimento di username e password personali così ottenute consente di "sfogliare" virtualmente il ricco archivio storico di Medico e Bambino e scaricare liberamente gli articoli desiderati in formato PDF.
Per chi volesse abbonarsi a Medico e Bambino rimandiamo al seguente link.
L'immissione di nuovi contenuti è riservata ai soli utenti registrati 1 < 2

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.