Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

I Poster degli specializzandi

Il peso del catastrofismo nell’esito disfunzionale nel bambino con sindrome dolorosa

Elisa Parisotto

Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Trieste

Indirizzo per corrispondenza: elisaparis8.ep@gmail.com

Background
L’atteggiamento catastrofista, osservato in adulti, bambini, genitori, e misurabile mediante Pain Catastrophizing Scale (PCS), induce il soggetto a vivere con eccessiva angoscia e senso di sopraffazione l’esperienza dolorosa, determinando un aumento della disabilità e un peggioramento della prognosi nei pazienti affetti da patologie caratterizzate da dolore.

Obiettivo
Verificare la prevalenza di atteggiamento catastrofista in bambini e adolescenti interessati da una sindrome dolorosa, descrivere le caratteristiche clinico-anamnestiche dei pazienti catastrofisti per comprendere come tale atteggiamento influisca sullo sviluppo di disfunzionalità e valutare il ruolo del catastrofismo del genitore.

Materiali e metodi
Lo studio si svolge presso la Clinica pediatrica e gli ambulatori di Gastroenterologia e Day Hospital Reumatologia dell’IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo” di Trieste e presso due ambulatori di Pediatria di famiglia a Vicenza e Salice Salentino tra marzo e giugno 2017. Vengono arruolati 87 casi di età tra 8 e 17 anni, interessati da una sintomatologia dolorosa presente da almeno due settimane, insieme ai genitori e 10 controlli non affetti da dolore, sempre insieme ai genitori. A ciascun partecipante si somministra un questionario anonimo, contenente il PCS (nelle versioni Child per il bambino e Parent per il genitore) e l’impairment score, a cui si accompagna una scheda per la raccolta delle informazioni anamnestiche e cliniche compilata da parte del medico.

Risultati
La prevalenza di catastrofismo severo tra i bambini risulta pari al 33,3% nei casi e al 10,0% nei controlli; tra i genitori si attesta al 20,0% nel gruppo dei casi e al 10,0% in quello dei controlli. I soggetti catastrofisti riportano più frequentemente in anamnesi pregressi ricoveri e accertamenti correlati alla sindrome dolorosa, oltre a elementi psicologici/stressanti e punteggi elevati all’impairment score. Caratteristiche simili si riscontrano tra i bambini con genitori catastrofisti. Il catastrofismo di figlio e genitore appaiono strettamente correlati.

Conclusione
Il catastrofismo è un atteggiamento diffuso tra i pazienti pediatrici interessati da una sindrome dolorosa, che ha un impatto negativo sulla qualità della vita, poiché limita i soggetti nello svolgimento delle attività quotidiane e favorisce l’avvio di percorsi di medicalizzazione inadeguata.

Vuoi citare questo contributo?

E. Parisotto Il peso del catastrofismo nell’esito disfunzionale nel bambino con sindrome dolorosa. Medico e Bambino pagine elettroniche 2020;23(5):113 https://www.medicoebambino.com/?id=PSR2005_10.html