Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

I Poster degli specializzandi

Calprotectina fecale: a volte basta e avanza

Simone Carbogno

Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università la Sapienza, Roma

Indirizzo per corrispondenza: volcomets@gmail.com

Un ragazzo di 13 anni e 10 mesi da sempre in buona salute, con peso e statura adeguata per l’età (peso: 50-75° percentile, altezza: 25-50° percentile, BMI: 75-90° percentile) giunge alla nostra osservazione perché presenta anemia microcitica ipocromica (Hb 11,7 g/dl, MCV 73 fl, MCHC 31%, ferritina 12,3 ng/ml), VES 27 mm PCR 1,26 mg/dl, sangue occulto fecale (SOF) positivo e calprotectina fecale positiva (258 μg/g). Il ragazzo non lamenta alcun sintomo: non dolori addominali o articolari, non vomito né diarrea, non malassorbimento, non aftosi del cavo orale, non eruzioni cutanee. All’esame obiettivo l’addome è meteorico ma trattabile, non dolorabile senza epatosplenomegalia. Ripetuti nei mesi successivi, SOF e calprotectina fecale si sono mantenuti positivi.
Decidiamo di valorizzare il dato della calprotectina fecale positiva e di sottoporre il ragazzo a uno studio endoscopico di tutto il tratto gastroenterico nel sospetto di una malattia infiammatoria cronica intestinale (MICI). L’esofago-gastro-duodenoscopia non evidenzia lesioni riferibili a MICI; la colonscopia invece evidenzia un’ileite degli ultimi 20 cm dell’intestino tenue. L’istologia risulta coerente con una malattia di Crohn in fase di attività istologica severa. La valutazione del piccolo intestino tramite videocapsula non mostrerò ulteriori sedi di flogosi.
Gli abbiamo proposto di iniziare la terapia di induzione della remissione con la nutrizione enterale esclusiva (Modulen) che il ragazzo però ha rifiutato e per questo abbiamo iniziato terapia con budesonide e azatioprina.

La malattia di Crohn presenta un fenotipo clinico estremamente variabile e non di rado sfumato o ingannevole. Nel nostro caso il ragazzo non lamentava alcun sintomo e l’unico dato di sospetto era un’anemia microcitica. L’esame che più ci ha aiutato a decidere se sottoporre o meno il ragazzo a un esame endoscopico è stata la calprotectina fecale (ripetuta più volte) che soprattutto in caso di negatività esclude con ottime probabilità la presenza di malattia infiammatoria cronica intestinale - MICI1,2). Gli altri dati di laboratorio utili sono gli indici di flogosi che, al contrario, in caso di positività pongono un forte sospetto di MICI.


Bibliografia

  1. Holtman GA, Lisman-van Leeuwen Y, Reitsma JB, Berger MY. Non invasive tests for inflammatory bowel disease: a meta-analysis. Pediatrics 2016 Jan;137(1).
  2. Olbjørn C, Cvancarova Småstuen M, Thiis-Evensen E, Nakstad B, Vatn MH, Perminow G. Serological markers in diagnosis of pediatric inflammatory bowel disease and as predictors for early tumor necrosis factor blocker therapy. Scand J Gastroenterol 2017;52(4):414-9.

Vuoi citare questo contributo?

S. Carbogno Calprotectina fecale: a volte basta e avanza. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019;22(7) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1908_40.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.