Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

I Poster degli specializzandi

L’impero (antivaccinista) colpisce ancora: uno stroke da varicella
Massimiliano Leoni, Matteo D’Alessandro


IRCCS “G. Gaslini”, Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Genova
Indirizzo per corrispondenza: matteo.dalessandro87@gmail.com


Antonio, 4 anni, giungeva alla nostra attenzione per improvvisa comparsa di rallentamento psicomotorio con incostante deviazione della rima orale e turbe dell’equilibrio. Segnalata nella madre mutazione di MTHFR, non meglio specificata.
 In anamnesi personale infezione da varicella circa un mese prima: il bambino non era stato vaccinato per scelta della madre, convinta dalla pubblicità antivaccinista.
Circa tre settimane dopo il termine della fase crostosa, Antonio ha presentato un episodio di breve durata caratterizzato da scosse agli arti inferiori e deviazione della rima orale verso sinistra, risoltosi spontaneamente. Il giorno seguente il bambino ha presentato disturbo dell’eloquio e turbe dell’equilibrio; al risveglio del giorno successivo importante rallentamento psicomotorio con peggioramento dell’afasia e del disequilibrio e comparsa di lieve deviazione della rima orale, per cui veniva condotto presso il Pronto Soccorso.
 All’ingresso le condizioni generali erano buone, il bambino appariva vigile e orientato, rispondeva coerentemente alle domande poste, ma con latenza aumentata, non era presente disartria; si evidenziava globale impaccio motorio, solo lieve e incostante deviazione della rima orale, riflessi osteotendinei vivaci bilateralmente, riflesso cutaneo plantare dubbio, posizione eretta possibile ma deambulazione incerta a base allargata. Restante obiettività nella norma.
Gli esami ematici basali, l’esame chimico-fisico del liquor e la TC dell'encefalo risultavano nella norma; l’EEG appariva solo lievemente rallentato ma non francamente indicativo di encefalite né di patologia epilettica. La RM dell'encefalo documentava una lesione ischemica in fase acuta coinvolgente il nucleo caudato e il putamen di sinistra, territorio di pertinenza delle arterie lenticolo-striatali, in presenza di modesta tortuosità delle arterie carotidi interne e dell’arteria vertebrale sinistra; non ulteriori elementi di significato patologico.
Gli esami di screening trombofilico e l’ecocardiografia risultavano nella norma.
 Nonostante la negatività delle ricerche virologiche su liquor, la storia clinica era indicativa per stroke da varicella zoster virus.
 È stata pertanto avviata terapia eparinica e terapia antivirale con acyclovir, con lento ma progressivo miglioramento della sintomatologia presentata.

Vuoi citare questo contributo?

M. Leoni, M. D’Alessandro

 L’impero (antivaccinista) colpisce ancora: uno stroke da varicella. Medico e Bambino pagine elettroniche 2017;20(3) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1703_30.html