Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

I Poster degli specializzandi

Distacchi apofisari
Silvia Nider
Scuola di Specializzazione in Pediatria, IRCCS Materno-Infantile "Burlo Garofolo", Università di Trieste
Indirizzo per corrispondenza: silvia_naider@yahoo.it


Giona è un calciatore di 16 anni che giunge in Pronto Soccorso per dolore inguinale e zoppia comparsi dopo una partita di calcio; non ricorda traumi particolari. Visitandolo il dolore è proprio in sede inguinale e la zoppia importante, decidiamo quindi di eseguire una radiografia per escludere un distacco di spina iliaca, che però non viene evidenziato. Pensando a un dolore di origine muscolare consigliamo riposo e antinfiammatorio.
Dopo sette giorni però Giona ritorna per persistenza del dolore e impossibilità a sollevare l’arto inferiore; obiettivamente si nota una tumefazione del terzo prossimale del femore con dolore alla palpazione e alla mobilizzazione. Ripetiamo quindi la radiografia, che mette in evidenza un distacco, ma non di una spina iliaca, bensì del piccolo trocantere del femore! (Figure).








Quello che abbiamo fatto di giusto e di sbagliato ce lo ricorda un articolo di Medico e Bambino: "Sulle spine"1… infatti la comparsa di dolore e zoppia dopo un movimento come quello del calcio è tipico di un distacco apofisario, quindi è stato giusto pensarci. Lo sbaglio è fermarsi a una radiografia negativa e inoltre va ricordato che non ci sono solo le spine iliache: anche il piccolo trocantere può distaccarsi.
I distacchi apofisari sono fratture tipiche dell’età evolutiva che si verificano quando l’apofisi immatura viene sollecitata da una contrazione muscolare improvvisa e intensa. La sede più frequente è il bacino con, in ordine di frequenza, la tuberosità ischiatica, la spina iliaca antero-inferiore e antero-superiore, e il piccolo trocantere. La clinica è caratterizzata dall’insorgenza improvvisa di dolore inguinale durante l’attività sportiva.
Per quanto riguarda la radiografia, va ricordato che questa può essere negativa e nei casi dubbi (clinica suggestiva ma Rx negativa) la RMN è dirimente.



Bibliografia
  1. Lega S, Rabach I, Panontin E, Barbi E. Sulle spine... Medico e Bambino 2015;34(1):53-4.


Vuoi citare questo contributo?

S. Nider Distacchi apofisari. Medico e Bambino pagine elettroniche 2016;19(5) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1605_30.html