Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

I Poster degli specializzandi

Ipoacusia monolaterale permanente nel bambino: approccio diagnostico e impatto sulla vita del paziente
Alberto Vito Marcuzzo, Enrico Muzzi, Raffaella Marchi, Caterina Marchese, Eva Orzan
Scuola di Specializzazione in Pediatria, IRCCS Materno-Infantile "Burlo Garofolo", Università di Trieste
Indirizzo per corrispondenza: avmarcuzzo@gmail.com


L’eziologia dell’ipoacusia monolaterale (Unilateral Hearing Loss, UHL) differisce in parte da quella delle ipoacusie bilaterali (Bilateral Hearing Loss, BHL) ed è stata storicamente meno studiata (Figure 1 e 2). L’obiettivo di questo studio è stato descrivere l'eziologia delle UHL, in particolar modo indagando la prevalenza delle malformazioni nei soggetti affetti, e determinare l'impatto della patologia sulla vita sociorelazionale dei pazienti.

Figura 1. Eziologia dell’ipoacusia monolaterale.


Figura 2. Livelli di gravità dell’ipoacusia monolaterale.

Abbiamo reclutato 39 bambini affetti da UHL che si sono presentati presso la struttura complessa di audiologia e otorinolaringoiatria dell'IRCCS “Burlo Garofolo” nel periodo compreso tra gennaio 2012 e agosto 2013. Per valutare l'eziologia tutti sono stati valutati da un team multidisciplinare, 34 sono stati sottoposti a tomografia computerizzata ad alta definizione dell'osso temporale (HDTC, Figura 3) e/o a risonanza magnetica e a 17 è stato somministrato un questionario da noi elaborato, per valutare l'impatto della patologia sulla vita socio-relazionale. Come gruppi di controllo sono stati reclutati un gruppo di pazienti normoacusici e un gruppo di pazienti con ipoacusia bilaterale (BHL).
La prevalenza delle malformazioni in questi pazienti è stata del 60% ma non è stata trovata associazione tra queste e grado dell'ipoacusia. Gli score ottenuti nei questionari dei casi rispetto ai controlli sono stati significativamente più bassi (p=0,012) indicando come la patologia abbia un impatto negativo sulla vita socio-relazionale dei pazienti affetti da UHL (Figura 4).


Figura 3. Tomografia computerizzata ad alta definizione dell'osso temporale (HDTC).


Figura 4. Significatività delle differenze fra i vari gruppi.

Vuoi citare questo contributo?

A.V. Marcuzzo, E. Muzzi, R. Marchi, C. Marchese, E. Orzan Ipoacusia monolaterale permanente nel bambino: approccio diagnostico e impatto sulla vita del paziente. Medico e Bambino pagine elettroniche 2014;17(6) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1406_10.html