Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

I Poster degli specializzandi

Occhio...al mal di testa!
V. Moressa, C. Zuiani, K. Vecchiato, F. Poropat
Clinica Pediatrica, IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Università di Trieste


M. ha 12 anni, giunge in PS con una storia di strabismo insorto da tre giorni, diplopia, e peggioramento di una cefalea che dura ormai da tre mesi. La cefalea era peggiorata due settimane prima, in seguito a un'infezione delle vie respiratorie superiori, tanto da diventare resistente alla terapia antidolorifica (paracetamolo e codeina). Nega però risvegli notturni né ha mai presentato vomito o febbre. All’esame obiettivo neurologico vengono riscontrati esotropia senza alterazioni dei movimenti oculari, una marcia incerta dovuta verosimilmente alla diplopia e papilledema bilaterale con acuità visiva preservata. Agli esami ematochimici si riscontra solo un lieve rialzo della VES. La RM dell’encefalo esclude una neoplasia del tronco encefalico, ma mostra una raccolta omogenea di materiale semifluido occupante metà del seno sfenoidale, non captante mezzo di contrasto, compatibile con un processo flogistico in atto. La TC dei seni paranasali rivela una formazione cistica ben delimitata con perdita della continuità ossea a ridosso della sella turcica: immagine radiologica suggestiva di mucocele. Il sospetto diagnostico viene confermato dopo l'intervento chirurgico (sfenoidotomia endoscopica).
Il mucocele del seno sfenoidale è una condizione rara, che rappresenta l’1-2% dei mucoceli dei seni paranasali. L’eziologia è sconosciuta, si ipotizza possa essere dovuta a un’ostruzione degli osti dei seni in seguito a flogosi cronica, poliposi, infezioni o neoplasie. Il picco massimo di incidenza coincide con la quarta decade di vita, mentre è una patologia rara nell’infanzia e, se riscontrata, va esclusa la fibrosi cistica. Sono utili per la diagnosi sia la TC che la RM. È importante riconoscere questa condizione poiché la persistenza e il peggioramento dei sintomi neurologici (cefalea e alterazioni oculari) sono indicazioni al drenaggio chirurgico urgente, seguito da una terapia antibiotica a largo spettro per prevenire una possibile infezione iatrogena. Non sono state descritte complicanze post-chirurgiche.

tratto da: Le Giornate di Medico e Bambino, Lecce, 4-5 maggio 2012


Vuoi citare questo contributo?

V. Moressa, C. Zuiani, K. Vecchiato, F. Poropat Occhio...al mal di testa!. Medico e Bambino pagine elettroniche 2013;16(2) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1302_20.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.