Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Ortopedia per il pediatra

Torace imbutiforme
Giuseppe Maranzana
Divisione di Ortopedia infantile , IRCCS 'Burlo-Garofolo', Trieste

Il caso
U.G., bambino di 11 anni, viene inviato dal pediatra all'attenzione dello specialista ortopedico per la presenza di una malformazione toracica (fig 1).

fig. 1
 

Il bambino è il terzogenito di cinque figli e nessuno dei fratelli presenta alcuna alterazione dello scheletro. L'anamnesi familiare risulta altresì negativa per patologie infettive, neoplastiche o dismetaboliche. Il bambino è nato a termine da parto cesareo per mancata progressione, punteggio di Apgar alla nascita 7, poi 10. Il peso alla nascita era 3850, è stato allattato al seno, lo sviluppo psicomotorio è stato fisiologico, la scolarità è regolare. Sottoposto alle vaccinazioni di legge e facoltative, non ha contratto alcuna malattia infettiva, all'età di 8 anni è stato sottoposto ad un intervento di tonsillectomia. 
Il bambino, al 97° percentile per il peso a 9 mesi di vita, a tre anni era obeso ed è rimasto sovrappeso fino ad un anno e mezzo fa, quando ha iniziato un regime alimentare controllato ed ha intrapreso la pratica sportiva del mini-basket. I genitori decidono allora di chiedere consiglio al pediatra. 
All'esame clinico il pediatra verifica la presenza di deformità scheletrica nota come ãtorace a imbutoä o ãtorace del calzolaioä, che consiste in una rientranza all'interno della gabbia toracica dello sterno e delle articolazioni sterno-costali, deformità opposta al cosiddetto torace carenato, in cui vi è un'importrante sporgenza dello sterno e delle ultime coste, spesso attribuito ad un rachitismo. Decide pertanto di inviarlo dallo specialista ortopedico e di effettuare degli approfondimenti diagnostici. 
 
L'intervento
Il bambino viene sottoposto a un elettrocardiogramma e a una ecografia cardiaca alla ricerca di eventuali anomalie cardiache associate, ma la situazione cardiaca è perfettamente nella norma. Le prove di funzionalità respiratoria risultano invece ai limiti inferiori della norma e i campi polmonari sono lievemente più piccoli in rapporto all'età. La visita ortopedica evidenzia un rachide perfettamente in asse, con triangoli della taglia simmetrici, bacino e cngolo scapolare in asse, nessun gibbo al bending test, non dismetria agli arti inferiori: si esclude pertanto la presenza di una concomitante scoliosi. 
Il pediatra a questo punto rassicura il bambino e la sua famiglia sul tipo di malformazione, suggerisce di eseguire della ginnastica respiratoria per migliorare la funzionalità respiratoria e dei controlli ortopedici annuali per il monitoraggio dello sviluppo scheletrico. 

Il messaggio
Probabilmente anche in questo caso c'è stato un eccesso di accertamenti, alla fine inutili. Non c'è dubbio che una valutazione 'ortopedica' della colonna sia in sé sensata per un paziente con una deformità toracica, ma in realtà tra le due patologie non c'è relazione statistica. 
La stessa cosa si può dire per l'ipotesi di cardiopatia congenita. 
Quanto alla funzionalità respiratoria, solo solo per una deformità molto importante si può immaginare che coesista un deficit funzionale.  
In buona sostanza, di fronte a un torace imbutiforme, almeno nel 90% dei casi non è il caso di far niente, nemmeno di inviare per consulenza.   

Vuoi citare questo contributo?

G. Maranzana Torace imbutiforme. Medico e Bambino pagine elettroniche 1999;2(1) https://www.medicoebambino.com/?id=OR9901_10.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.