Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Appunti di Terapia

Vaccinazione contro l'influenza in bambini fra 6 e 59 mesi negli USA
di G. Bartolozzi

Dalle ricerche più moderne risulta che il virus dell'influenza infetta dal 30 al 40% dei bambini, ogni inverno; essa è causa di un aumento nel numero delle visite mediche, nella quantità di antibiotici e di ricoveri ospedalieri. Risulta anche che i bambini rappresentano una grande riserva per l'infezione influenza, per cui spesso essi diffondono la malattia ad altri membri della famiglia e della comunità. Vaccinando i bambini quindi si può ridurre l'incidenza e la gravità dell'infezione influenzale per i bambini e per le loro famiglie.
Per decenni l'ACIP (Advisory Committee on Immunization Practices) e l'Accademia Americana di Pediatria hanno raccomandato di vaccinare i bambini ≥ 6 mesi di età appartenenti alle categorie ad alto rischio. Le condizioni ad alto rischio sono:
  • l'asma e le altre patologie croniche delle vie aeree
  • le malattie cardiache emodinamicamente importanti
  • la malattie e le terapia immunosoppressive
  • l'infezione da HIV
  • l'anemia a cellule falciformi e le altre emoglobinopatie
  • le malattie che richiedono trattamento prolungati con aspirina
  • l'insufficienza renale cronica
  • le malattie metaboliche croniche.
Nonostante tutte queste raccomandazioni solo una minima percentuale dei bambini ad alto rischio (dal 10 al 30%) viene vaccinato ogni anno contro l'influenza.
Le percentuali di ospedalizzazione attribuibili all'influenza nei bambini al di sotto dei 2 anni di età sono confrontabili con quelle degli adulti di ≥ 65 anni di età, per i quali viene raccomandata la vaccinazione. L'ACIP ha modificato nella stagione 2002-2003 le sue raccomandazioni, incoraggiando, quando sia possibile, il vaccino dell'influenza per i bambini sani da 5 a 23 mesi di età.
Per valutare quale ricaduta sulla popolazione abbiano avuto queste raccomandazioni è stata condotta una ricerca su 245 bambini nel 2002 e 329 nel 2003 (Hemingway CO, Poehling KA. Change in recommendation affects influenza vaccination among children 6 to 59 months of age. Pediatrics 2004, 114:948-52). Da un anno all'altro la percentuale dei vaccinati passò dal 7 al 18% rispettivamente (p<0,01). Per i bambini da 6 mesi a 23 mesi di età, la vaccinazione contro l'influenza passò dall'1% nel 2002 al 17% nel 2003 (p<0,001). Il più forte predittore della vaccinazione contro l'influenza nel bambino fu la raccomandazione ai genitori da parte di un medico (odds ratio 39,3 con IC 95% 17,3-89,4 nel 2003).
Tuttavia il 65% dei genitori dei bambini ad alto rischio non applicò le raccomandazioni del medico nei due anni di studio.
Viene concluso che le raccomandazioni per la vaccinazione di bambini sani da 6 a 23 mesi hanno determinato un aumento significativo della vaccinazione contro l'influenza. Poiché la maggior parte dei bambini ai quali era stata raccomandata la vaccinazione, in effetti non sono stati vaccinati, i pediatri hanno l'opportunità di aumentare la vaccinazione pediatrica contro l'influenza, migliorando le strategie delle raccomandazioni.

Vuoi citare questo contributo?

G. Bartolozzi Vaccinazione contro l'influenza in bambini fra 6 e 59 mesi negli USA. Medico e Bambino pagine elettroniche 2004;7(11) https://www.medicoebambino.com/?id=AP0411_10.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.