Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Appunti di Terapia

Un nuovo farmaco contro l'emicrania: il Rizatriptan
a cura di Giorgio Bartolozzi

Il Rizatriptan è un agonista del recettore della serotonina (5-idrossitriptamina, 5-HT), attivo dopo somministrazione orale; si lega fortemente e selettivamente ai sottotipi 5-HT (1B/D). Le prime prove cliniche hanno dimostrato che il rizatriptan, alla dose di 5 o 10 mg, è più efficace del placebo nell'attenuare il dolore e nel mantenere una situazione senza dolore, in modo tale da attenuare i sintomi dell'emicrania, normalizzare l'attività funzionale del soggetto e migliorare la sua qualità di vita. E' stato visto che il rizatriptan agisce sul dolore più precocemente e riduce la nausea più velocemente del sumatriptan per bocca.
Più recentemente è stato visto che il rizatriptan alla dose di 10 mg è più efficace dello zolmitriptan alla dose di 2,5 mg e del naratriptan alla dose di 2,5 mg, producendo una analgesia entro due ore dalla somministrazione. (Wellington K., Plosker G.L.: Rizatriptan: an update of its use in the management of migraine, Drugs 62:1539-74, 2002).
Il rizatriptan è in generale ben tollerato e gli eventi avversi, quando presenti, sono lievi e transitori. I più comuni eventi avversi sono rappresentati da astenia/stanchezza, sonnolenza, vertigini e nausea. In generale si hanno meno eventi avversi con il rizariptan che con il zolmitriptan (31,2 contro 38,8%). La comparsa di dolore al torace è simile dopo la somministrazione di rizatriptan, zolmitriptan e naratriptan (dal 2 al 4%).
Quindi il rizatriptan è un farmaco efficace per il trattamento acuto dell'emicrania moderata o grave. Dosi di 5-10 mg sono molto più efficaci del placebo per attenuare il dolore, per mantenere làanalgesia e per permettere una capacità funzionale e un miglioramento della qualità di vita.
Sebbene siano necessari ancora altri studi per confrontare il rizatriptan con l'almotriptan, eletriptan e frovatriptan, i dati disponibili fino ad oggi suggeriscono che il rizatriptan debba essere considerato come un trattamento di prima linea nella cura dell'emicrania.
In Italia è in commercio nelle seguenti confezioni:
- Maxalt, compresse da 5 mg e da 10 mg (MSD)
- Maxalt RPD 10 mg, liofilizzato orale (MSD)
- Rizaliv PRD 10 mg, liofilizzato per uso orale (Neopharmed)
- Rizaliv, compresse da 5 e 10 mg (Neopharmed)

Vuoi citare questo contributo?

G. Bartolozzi Un nuovo farmaco contro l'emicrania: il Rizatriptan. Medico e Bambino pagine elettroniche 2003;6(1) https://www.medicoebambino.com/?id=AP0301_10.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.