Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Appunti di Terapia

Ancora sullo zanamivir
G. Bartolozzi
Dipartimento di Pediatria, Università di Firenze

Già su Medico e Bambino elettronico (Appunti di terapia, marzo 1999) si è parlato del nuovo farmaco contro l'influenza, lo zanamivir (Z). .
Sempre sulla rivista Drugs (58, 761-84, 1999) è comparsa una nuova pubblicazione, questa volta riferita a una valutazione generale sul farmaco. Come si sa, si tratta di un inibitore dell'enzima neuraminidasi, una glicoproteina di superficie del virus dell'influenza, essenziale per la moltiplicazione sia del virus A che del B.
Da un punto di vista terapeutico è risultato evidente che con questo farmaco si alleviano i principali sintomi dell'influenza, quando sia assunto precocemente: lo Z viene somministrato per inalazione orale, due volte al giorno per 5 giorni. I benefici dello Z sono ormai ben definiti:
- in termini di tempo è stato osservato un più precoce ritorno alle normali attività
- una riduzione del consumo di paracetamolo
- una riduzione del livello d'interferenza dell'influenza col sonno, con il lavoro e con le attività ricreative
In confronto al placebo è stata osservata una riduzione della sintomatologia di 2,5-3,25 giorni dei sintomi principali, nei pazienti a rischio.
Lo Z si è dimostrato utile anche nella prevenzione . Con l'inalazione orale di 10 mg di Z, una volta al giorno per 4 settimane, in uno studio a doppio cieco su 1.107 persone in 2 università, è stata dimostrata una riduzione statisticamente significativa nell'incidenza della influenza A.
 Mentre la vaccinazione nella popolazione a rischio rimane l'intervento stagionale di scelta per la profilassi, l'efficacia, la buona tollerabilità e la mancanza di resistenza indotta, dello Z, fanno sì che lo Z possa far parte di un trattamento opzionale, in soggetti che non siano stati vaccinati o che si sospetta siano inadeguatamente protetti dalla vaccinazione (persone anziane soprattutto), o comunque in quelli fortemente a rischio per l'insorgenza di complicazioni.
 Va ricordato che il Servizio nazionale del Regno Unito non ha inserito lo Z fra i farmaci prescrivibili, a carico del Servizio, perché non sarebbe stata a sufficienza documentata l'azione dello Z nel ridurre le complicazioni dell'influenza.
Ancora la CUF non si è espressa in proposito.

Vuoi citare questo contributo?

G. Bartolozzi Ancora sullo zanamivir. Medico e Bambino pagine elettroniche 2000;3(1) https://www.medicoebambino.com/?id=AP0001_30.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.