Novembre 2021 - Volume XL - numero 9

Medico e Bambino


Pagine elettroniche

Scorbuto: ancora un problema dei nostri giorni?

Claudia Grieco, Maria Alessio

Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università “Federico II”, Napoli

Indirizzo per corrispondenza: cgrieco92@gmail.com

Is scurvy still a current problem?

Key words: Scurvy, Autism, Selective eating

Scurvy is a condition due to chronic ascorbic acid deficiency, responsible for vascular fragility and impaired bone formation. The result is gingival bleeding, petechial lesions, articular and bone pain or limb swelling. Children may also present with irritability, limping or refusal to walk. Because of these symptoms it can be misdiagnosed with osteomyelitis, septic arthritis, bone and soft tissue tumour, leukaemia, bleeding disorders and other rheumatologic conditions. In highly developed countries it was rare, but should be suspected in children with underlying chronic condition characterized by selective eating as developmental delay or autism. The paper presents an emblematic case.

Lo scorbuto è una condizione secondaria a carenza di vitamina C, responsabile di aumentata fragilità vasale e alterata mineralizzazione ossea. Le manifestazioni cliniche includono emorragie mucocutanee, astenia, irritabilità, artralgie e zoppia fino al rifiuto a deambulare. La diagnosi differenziale si pone principalmente con osteomieliti, artriti settiche, neoplasie, coagulopatie e altre patologie reumatologiche. Nei Paesi sviluppati si tratta di una patologia aneddotica, che va tuttavia considerata nei pazienti pediatrici affetti da patologia predisponenti a malnutrizione, come nel disturbo dello spettro autistico. Ne presentiamo un caso emblematico.

Vuoi citare questo contributo?

Pagine elettroniche

Occhio… alla chemosi congiuntivale

Andrea Puma1, Luca Pecoraro2,3, Luca Dalle Carbonare2, Alice Flore1, Giorgio Piacentini4, Angelo Pietrobelli4,5

1Scuola di specializzazione in Pediatria, Università di Verona
2Dipartimento di Medicina, Università di Verona
3Pediatria, ASST Mantova
4Pediatria, AOUI di Verona
5Pennington Biomedical Research Center, Baton Rouge, Louisiana (Stati Uniti)

Indirizzo per corrispondenza: luca.pecoraro@asst-mantova.it

Key words: chemosis

Un bambino di 4 anni si presentava alla nostra attenzione per improvvisa comparsa a domicilio di tumefazione oculare destra associata a prurito oculare e lacrimazione omolaterale, in assenza di altri sintomi. Presenza di edema della congiuntiva bulbare, con aspetto gelatinoso protrudente dal bulbo. La diagnosi è stata di chemosi congiuntivale. La chemosi congiuntivale è l’imbibizione edematosa dei tessuti sottostanti la congiuntiva bulbare che determina la formazione di una tumefazione con aspetto gelatinoso protrudente dal bulbo, a volte di dimensioni cospicue. Rappresenta un segno aspecifico di irritazione oculare, che nella maggior parte dei casi è riconducibile a diatesi allergica o infezioni virali o batteriche. La diagnosi è clinica e la terapia deve essere mirata al trattamento dalla causa scatenante.

Vuoi citare questo contributo?



L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password