Novembre 2021 - Volume XL - numero 9

Medico e Bambino


L'esperienza che insegna

Che cos’è l’ematocolpo?

Mariarosaria Cozzolino1, Filippo Furicchia2, Agnese Maria Addeo3, Benedetta Rossini2, Giancarlo Parenti4, Lorenzo Mambelli1, Federico Marchetti1

1UOC di Pediatria e Neonatologia, Ospedale di Ravenna, AUSL della Romagna
2Scuola di Specializzazione in Radiodiagnostica, 3Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Ferrara
4UOC di Radiodiagnostica, Ospedale di Ravenna, AUSL della Romagna

Indirizzo per corrispondenza: drmariarosariacozzolino@gmail.com

What is hematocolpos? A rare clinical presentation with sacred-coccygeal pain

Key words: Hematocolpos, Imperforated hymen, Low back pain

Hematocolpos is a term given to a blood-filled dilated vagina due to menstrual blood. When there is concurrent uterine distention, the term hematometrocolpos is used. These conditions are mostly in the setting of an anatomical obstruction, usually an imperforate hymen. Usually, clinical presentation may be characterized by primary amenhorrea, recurrent abdominal or pelvic pain, urinary retention and dys-uria or constipation. Imaging techniques such as trans-abdominal ultrasound and nuclear magnetic res-onance are respectively the exam of choice and the “gold standard” exam for diagnosing hematocolpos. The paper reports the case of a 12-year-old girl with a sacral pain present for a month, not associated with other symptoms with a diagnosis of hematocolpos that became evident to the magnetic resonance.

L’ematocolpo è un accumulo progressivo di materiale ematico all'interno della cavità vaginale durante la pubertà. È la conseguenza di un’ostruzione anatomica all’efflusso, nella maggior parte rappresentata dell’imene imperforato. Clinicamente si manifesta con amenorrea primaria, associata a sintomi di natura compressiva con dolore ciclico addomino-pelvico e alterazioni della diuresi o dell’alvo. Le tecniche di imaging quali ultrasonografica trans-addominale e risonanza magnetica nucleare rappresentano rispettivamente l’esame di scelta e l’esame gold standard per diagnosticare l’ematocolpo. Presentiamo il caso di una ragazza di 12 anni con dolore a livello sacrale presente da un mese, non associato ad altra sintomatologia con diagnosi di ematocolpo che si è resa evidente alla risonanza magnetica.

Vuoi citare questo contributo?



L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password