Settembre 2021 - Volume XL - numero 7

Medico e Bambino


Percorsi clinici

Quello strano dolore toracico...

Jessica Martine Palella1, Rossella Lamberti1, Elisabetta Salvatici2, Giuseppe Banderali2

1Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Milano
2UO di Pediatria, ASST Santi Paolo Carlo, Milano

Indirizzo per corrispondenza: rossella.lamberti@unimi.it

A strange thoracic pain…

Key words: Myocarditis, Paediatric population, Clinical presentation, Magnetic resonance imaging, Endomyocardial biopsy

Myocarditis is a rare pathologic condition in paediatric age. It occurs above all in childhood and adolescence. Generally, it is brought about by a typical association with viral infections that cause a massive activation of the inflammatory cascade accountable for the damage in the myocardial tissue. Onset symptoms are not specific and do not often appear to be of cardiac origin, mostly in the youngest children. On the contrary, during adolescence, thoracic pain is likely to be present in the clinical scenario as in the reported case. Laboratory tests, electrocardiography and transthoracic echocardiography can help focus the clinical picture and especially cardiac magnetic resonance imaging is becoming a useful non-invasive investigative method. In contrast endomyocardial biopsy along with histoimmunological analysis is less used given its invasiveness and possible complications. The role of paediatricians is to recognize the patient at risk and promptly address them to the most appropriate diagnostic-therapeutic pathway.

La miocardite rappresenta una patologia rara in età pediatrica. Si manifesta soprattutto nella prima infanzia e nell’adolescenza. Molto comune è l’associazione con infezioni virali che causano l’attivazione massiva della cascata infiammatoria responsabile del danno a livello del tessuto cardiaco. I sintomi di presentazione sono spesso vaghi e non sempre correlabili a una patologia cardiaca, soprattutto nei bambini più piccoli. Al contrario, negli adolescenti è più probabile il riscontro di dolore toracico, come nel caso del nostro paziente. Le analisi di laboratorio e le indagini strumentali come l’elettrocardiogramma e l’ecocardiografia transtoracica costituiscono un valido supporto per l’inquadramento clinico e sempre più di rilievo appare il ruolo della risonanza magnetica nucleare cardiaca. Al contrario, la biopsia del tessuto cardiaco con l’analisi isto-immunologica trova applicazione in un numero limitato di casi in considerazione dell’invasività della procedura e delle sue possibili complicanze. Il ruolo del pediatra è di fondamentale importanza in questa sfida diagnostica per riconoscere i quadri più sfumati di malattia e indirizzare i piccoli pazienti verso il percorso diagnostico-terapeutico più appropriato.

Vuoi citare questo contributo?



L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password