Giugno 2021 - Volume XL - numero 6

Medico e Bambino


Farmacoriflessioni

Tutto quello che il pediatra dovrebbe sapere sul mepolizumab

Antonio Prisco1, Giorgia Carlone2, Massimo Maschio3, Laura Badina3, Egidio Barbi2,3

1Università della Campania “Luigi Vanvitelli”, Napoli
2Università di Trieste
3IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Trieste

Indirizzo per corrispondenza: giorgiacarlone@gmail.com

What paediatricians need to know on mepolizumab

Key words: Mepolizumab, Monoclonal antibody, Obliterative bronchiolitis, Non-atopic asthma

Mepolizumab, a monoclonal antibody blocking IL-5, is efficacious in the treatment of severe lung diseases sharing eosinophilic inflammation pattern. The paper describes two cases in which the drug was used with excellent results. The first involved a 14-year-old boy with obliterative bronchiolitis, the other an 11-year-old girl with non-atopic asthma. Both cases shared the eosinophilic phenotype of the disease, defined by an eosinophilic count in the peripheral blood equal to or greater than 2% (i.e. a baseline value of 150-200 cells/µl or 300 cells/µl during the previous year). Its use demonstrates clinical improvement in severe refractory asthma with eosinophilic phenotype and as off-label drug in obliterative bronchiolitis, leading to a decrease in the rate of exacerbations and enabling the reduction of corticosteroids as well as the resolution of structural anomalies, respectively.

Mepolizumab, un anticorpo monoclonale che blocca l'IL-5, è efficace nel trattamento di gravi malattie polmonari che condividono un modello di infiammazione eosinofila. L'articolo descrive due casi in cui il farmaco è stato utilizzato con ottimi risultati. Il primo caso riguarda un ragazzo di 14 anni con bronchiolite obliterante, l'altro una ragazza di 11 anni con asma non atopico. Entrambi i casi condividevano il fenotipo eosinofilo della malattia, definito da una conta eosinofila nel sangue periferico pari o superiore al 2% (ovvero un valore basale di 150-200 cellule/µl o 300 cellule/µl durante l'anno precedente). L'uso del mepolizumab dimostra un miglioramento clinico nell'asma grave refrattaria con fenotipo eosinofilo e come farmaco off-label nella bronchiolite obliterante, portando a una diminuzione del tasso di esacerbazioni e consentendo rispettivamente la riduzione dei corticosteroidi e la risoluzione delle anomalie strutturali.

Vuoi citare questo contributo?



L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password