Gennaio 2021 - Volume XL - numero 1

Medico e Bambino


Pagine elettroniche

OctoberFAST. Ovvero: segni e sintomi dei bambini sottoposti a tampone per SARS-CoV-2 nell’esperienza dei pediatri bergamaschi

Romeo Carrozzo1, Irene Bonicelli1, Chiara Caldiani1, Monica Altobelli1, Marzia Bacchini1, Alberto Vitali1, Claudia Contardi2, Danila Mariani1

1Pediatra di famiglia, Bergamo; 2Dottore in Matematica

Indirizzo per corrispondenza: romeo.carrozzo@crs.lombardia.it

Key words: Molecular swab test, SARS-CoV-2, Symptoms, Covid-19, Paediatric Primary Care

Background - From the beginning of the SARS-CoV-2 outbreak, one major issue has been the early identification of infectious cases. It is particularly challenging to perform a symptom-based screening in the paediatric population because of the seeming overlap of early clinical manifestations between Covid-19 and other common viral infections.
Aims - The present study was aimed to assess the likelihood that clinical scenarios driving to the SARS-CoV-2 molecular swab test (SMST) might be suggestive for Covid-19 in children.
Materials and methods - A survey was proposed to the family paediatricians of the Province of Bergamo (Italy). For all the patients referred for SMST due to symptoms in the period 28/Sep/2020 - 31/Oct/2020, the request was to gather the following data: symptoms, outcome of the SMST, school level, and period between onset of symptom/s and SMST. Data were centralised in anonymous format, making use of pivot-table with aggregate data for final statistical analysis.
Results - Data were exploitable for 75 family paediatricians, for a total 3,093 SMST. SMST were positive in 119 cases (3.85%). The rate of SMST positivity was: 1) higher when the interval between symptoms and SMST was shorter than 24h; 2) slightly higher at middle school vs. pre-school or elementary school. Among the observed symptoms, a robust positive association with SMST positivity was observed (OR = 7.77) with a high PPV (22.5%) only for anosmia/ageusia.
Conclusion - Although this study detected a few more suggestive signs/symptoms for Covid-19 with respect to other common viral illnesses, a symptom-based screening for SARS-CoV-2 appears less effective to flush out the virus in children. The estimation of the pre-test probability should also rely on the concurrent evaluation of the epidemiological setting.

Razionale - Sin dall’inizio della pandemia da SARS-CoV-2, uno dei principali problemi è stata l’identificazione precoce dei soggetti positivi. Uno screening basato sui sintomi risulta di difficile applicazione in età pediatrica, a causa della apparente sovrapposizione tra i sintomi iniziali del Covid-19 e quelli delle comuni malattie virali.
Obiettivi - Scopo di questo studio era la valutazione della probabilità che gli scenari clinici che hanno indirizzato all’esecuzione del test molecolare per SARS-CoV-2 (SMST) potessero risultare suggestivi di Covid-19 in una popolazione pediatrica.
Materiali e metodi - È stato proposto un sondaggio ai pediatri di famiglia (PdF) della Provincia di Bergamo, in cui si chiedeva di raccogliere dati relativi a tutti i pazienti sintomatici sottoposti a SMST nel periodo dal 28 settembre 2020 al 3 ottobre 2020. In particolare erano richiesti: sintomi, esito del SMST, età scolare, periodo intercorso fra esordio del/i sintomo/i e SMST. I dati sono stati centralizzati in forma anonima, facendo uso di tabelle-pivot con dati aggregati per l’analisi statistica finale.
Risultati - È stato possibile analizzare dati completi per 75 PdF, per un totale di 3093 SMST effettuati, di cui positivi 119 (3,85%). Il tasso di positività al SMST era: 1) più elevato quando il tempo intercorso fra esordio dei sintomi ed effettuazione del SMST era inferiore alle 24h; 2) leggermente più alto alle scuole medie rispetto alle età prescolare oppure elementare. Dei sintomi osservati, soltanto anosmia/ageusia hanno fatto rilevare un’associazione positiva robusta (OR = 7,77) con la positività del SMST, con un alto PPV (22,5%).
Conclusioni - Benché lo studio abbia identificato alcuni segni/sintomi maggiormente suggestivi per Covid-19, i nostri dati indicano i limiti di uno screening basato esclusivamente su elementi clinici e suggeriscono di considerare contestualmente il ruolo del quadro epidemiologico nella valutazione della probabilità pre-test.

Vuoi citare questo contributo?

Carrozzo R, Bonicelli I, Caldiani C, Altobelli M, Bacchini M, Vitali A, Contardi C, Mariani D. OctoberFAST. Ovvero: segni e sintomi dei bambini sottoposti a tampone per SARS-CoV-2 nell’esperienza dei pediatri bergamaschi. Medico e Bambino 2021;40(1):55-57 DOI: https://doi.org/10.53126/MEBXXIV001

Pagine elettroniche

Una FPIES in una neonata

Francesco Maria Risso, Sara Romano

IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo”, Trieste

Indirizzo per corrispondenza: francescomaria.risso@burlo.trieste.it

Vuoi citare questo contributo?

Pagine elettroniche

Anafilassi a un FANS dopo assunzione di un farmaco da banco

Mattia Giovannini1, Lucrezia Sarti2

Scuola di Specializzazione in Pediatria, 1Università di Firenze, 2Università di Verona
Ospedale Pediatrico Meyer, Firenze

Indirizzo per corrispondenza: mattiag88@hotmail.it

Vuoi citare questo contributo?



L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password