Supplemento 2017 - Volume XXXVI - numero 11

Medico e Bambino


La Pediatria sulla Grande Stampa

La Pediatria sulla Grande Stampa 2017

Alessandro Ventura

Clinica Pediatrica, IRCCS Burlo Garofolo, Università di Trieste

Poche, ma grandi, novità. O meglio, prospettive che si aprono (grazie al crescere del sapere, alla comprensione dei meccanismi molecolari, alla manipolazione dei geni, alla capacità di produrre in vitro molecole ad altissima specificità funzionale) nella cura di malattie terribili come l’atrofia muscolare spinale, l’adrenoleucodistrofia, l’anemia falciforme, l’emofilia A, e nella prevenzione di sindromi caratterizzate, come la VACTERL, da malformazioni multiorgano (cuore, osso, rene). Non è più una novità, invece, la nostra difficoltà a far fronte alla patologia caratterizzata dal disagio psico-relazionale, soprattutto per quanto riguarda gli adolescenti: e anche quest’anno sono molto numerosi i contributi che ci richiamano all’epidemia dei “più matti che malati” e all’importanza (all’urgenza) di saperne di più e di saper fare meglio, senza delegare. Eppoi, tra tanti altri contributi che mi sono sembrati interessanti e meritevoli di essere recensiti (e qualche bufala smascherata), ci sono tanti casi: semplici, curiosi, più o meno rari. Ma che, proprio perché sono usciti sulla grande stampa rappresentano un’occasione imperdibile per un rapido e facile aggiornamento. E anche per rilassarci un po’ nella lettura.

Alessandro Ventura


Vuoi citare questo contributo?

Alessandro Ventura
Clinica Pediatrica, IRCCS Burlo Garofolo, Università di Trieste La Pediatria sulla Grande Stampa 2017. Medico e Bambino 2017;36(11):1711 https://www.medicoebambino.com/?id=1711_1711.pdf


L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire nella casella di login username e password.

L'immissione di nuovi contenuti è riservata ai soli utenti registrati