MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Luglio 2019
numero 7
PRESENTAZIONI PPT




GASTROENTEROLOGIA ED EPATOLOGIA


Una sciatrice sfegatata

Anna Tulone
Università di Milano - Bicocca

Indirizzo per corrispondenza: anna.tulone@gmail.com


Giorgia, 11 anni, sciatrice. Anamnesi familiare e personale silenti. Da un paio di mesi, dopo trauma distrattivo dell’arto inferiore sinistro, lamenta episodi di dolore crampiforme e tumefazione della gamba sn, condizionanti lenta ripresa dell’attività fisica. Da qualche giorno ha ripreso a sciare. Giunge in Pronto Soccorso per riacutizzazione del dolore e della tumefazione alla gamba sinistra. All’esame obiettivo edema degli arti inferiori (sn > dx), ipotrofismo muscolare sn con dolorabilità alla palpazione, cute indenne. Obiettività cardio-respiratoria nella norma. Fegato e milza a 2 cm dall’arco costale.
Esegue:
  • ecodoppler dell’arto inferiore, negativo per problematiche di natura vascolare;
  • esami ematici che mostrano GB 2900/mmc, Hb 10 g/dl, PLT 93000/mmc, AST/ALT 136/77 U/l, CPK 369 U/l, LDH 490 U/l, PCR 0,5 mg/dl, INR 1,9, aPTT 1,6, fibrinogeno 122 mg/dl
  • ecografia addominale che segnala lieve epatosplenomegalia, parenchima epatico nettamente disomogeneo, piccolo linfonodo all’ilo epatico.
  • Rx torace: negativa.
Alla luce di tali reperti Giorgia viene ricoverata e nell’ipotesi di una patologia linfoproliferativa esegue AM e BOM che risultano negativi.
Ulteriori riscontri di laboratorio: VES 47 mm/h, albumina 2,3 g/dl gamma GT 225 U/l bilirubina tot/ diretta 1,2/0,5 mg/dl, IgG/A/M 3060/409/391 md/dl.
In considerazione della disfunzione epatica, si eseguono accertamenti per epatiti autoimmuni (LKM- AMA-ASMA negativi); sierologie per virus epatotropi (negative) e, nel sospetto di Malattia di Wilson, cupremia (nella norma), ceruloplasminemia (ai limiti inferiori) e cupruria delle 24 ore, basale e dopo carico di penicillamina che risultano estremamente elevate tale dato consente di confermare il sospetto diagnostico di malattia di Wilson.
La malattia di Wilson è una patologia autosomica recessiva dovuta a mutazione del gene ATP7B, coinvolto nella eliminazione del rame. L’alterazione causa un accumulo tossico di rame in particolare a livello di fegato, sistema nervoso centrale, reni e cornea. Il decorso frequentemente asintomatico, può ritardare la diagnosi fino a un quadro di insufficienza epatica con necessità di trapianto. L’esito può essere fatale. Giorgia ha intrapreso il trattamento con penicillamina e integrazione di piridossina e vitamina K. Il successivo miglioramento della funzionalità epatica ha scongiurato la necessità del trapianto epatico.


PPT
Scarica la presentazione





Vuoi citare questo contributo?
A. Tulone. UNA SCIATRICE SFEGATATA. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(7) https://www.medicoebambino.com/?id=PPT1907_190.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.