Rivista di formazione e aggiornamento di pediatri e medici operanti sul territorio e in ospedale. Fondata nel 1982, in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri.

M&B Pagine Elettroniche

Pediatria per immagini

Perforazione ileale da febbre tifoide

Margherita Piqué1,2, Elisabetta Ladisa1,2, Luca Brasili2, Giovanni Putoto3, Lorenzo Iughetti1

1Scuola di Specializzazione in Pediatria, Università di Modena e Reggio Emilia, Modena
2Medici con l’Africa CUAMM, Ospedale di Tosamaganga, Iringa, Tanzania
3Medici con l’Africa CUAMM, Padova

Indirizzo per corrispondenza: margherita.pique@gmail.com

Perforation of the ileus caused by typhoid fever

Key words: Typhoid fever, Intestinal perforation, Malnutrition

Typhoid fever continues to be a major public health problem in developing countries and mortality is mainly related to its most frequent complication, namely: intestinal perforation. The paper presents the case of a 12-year-old girl with abdominal pain associated with watery diarrhoea, vomiting, fever and general malaise for two weeks. Typhoid fever was suspected, therefore therapy with ceftriaxone was started. Clinical conditions were worsening, so X-ray of the abdomen was performed with evidence of hydro-aerial levels and ultrasound showing abundant non-homogeneous echogenic material in the pelvic cavity, consistent with purulent ascites. Exploratory laparotomy was performed showing an isolated perforation of the ileus, which was sutured. In the postoperative period, antibiotic therapy was boosted with metronidazole and gentamicin. Due to the wound dehiscence, surgical revision with secondary tension sutures was necessary.

La febbre tifoide continua a essere un importante problema di Sanità pubblica nei Paesi in via di sviluppo; la mortalità è correlata soprattutto alla complicanza più frequente, la perforazione intestinale. Presentiamo il caso di una bambina di 12 anni con addominalgia associata a diarrea acquosa, vomito, febbre e malessere generale da due settimane. Nel sospetto di febbre tifoide viene impostata terapia con ceftriaxone. Per peggioramento del quadro clinico esegue Rx dell’addome con evidenza livelli idroaerei ed ecografia che mostra abbondante materiale ecogeno disomogeneo nello scavo pelvico, riferibile ad ascite purulenta. Si esegue laparotomia esplorativa con riscontro di perforazione isolata a livello ileale che viene suturata. Nel postoperatorio viene potenziata l’antibioticoterapia con l’aggiunta di metronidazolo e gentamicina. Per deiscenza della ferita si è resa necessaria revisione chirurgica con confezionamento di secondary tension suture.

Vuoi citare questo contributo?


L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password