Rivista di formazione e aggiornamento di pediatri e medici operanti sul territorio e in ospedale. Fondata nel 1982, in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri.

M&B Pagine Elettroniche

Caso Clinico Interattivo

Una ragazza con vomito ricorrente
Patrizia Salierno, Isabella Giuseppin, Federico Marchetti
Clinica Pediatrica, IRCCS Burlo Garofolo, Università di Trieste
Indirizzo per corrispondenza: marchetti@burlo.trieste.it
1 | 2 | 3 | 4 | 5

LA STORIA DI VALENTINA
Valentina è una ragazza di 15 anni con una storia di vomiti ricorrenti della durata di circa 2-3 giorni con intervalli intercorrenti completamente liberi da malattia, fatta eccezione per la nausea che permane più a lungo. Gli episodi di vomito sono accompagnati a profonda astenia (sia intra che postcritica).
Il primo episodio, della durata di circa 2 giorni, si manifesta subito dopo una sindrome influenzale, senza diarrea e cefalea e viene trattato con metoclopramide in pronto soccorso.
Il secondo episodio si presenta dopo circa 2 mesi sempre senza febbre né diarrea o cefalea.
Il terzo episodio, con le medesime caratteristiche cliniche, si verifica dopo circa un mese, il giorno precedente la comparsa del ciclo mestruale; si rileva un'acidosi metabolica (pH 7.34, HCO3 17.9, GAP anionico 22.1) con chetosi.
Da 1 anno la ragazza soffre di dismenorrea molto disturbante che si accompagna anche a nausea e vomito.
Decidiamo di ricoverarla: all'ingresso appare abbattuta, molto astenica senza segni di disidratazione evidente. Il peso è di 35.3 Kg (< 3°); lamenta nausea importante; lieve dolenzia addominale; negativa la restante obiettività.
Qual è la vostra prima ipotesi diagnostica?

Vuoi citare questo contributo?

P. Salierno, I. Giuseppin, F. Marchetti. Una ragazza con vomito ricorrente. Medico e Bambino pagine elettroniche 2005;8(6) https://www.medicoebambino.com/_vomito_ricorrente_malattia_episodio_nausea