Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Striscia... la notizia

a cura di Irene Bruno
Presidio Ospedaliero di Gorizia, Unità Operativa di Pediatria
Indirizzo per la corrispondenza: irene.bruno@tele2.it

Questa rubrica si propone di fornire notizie di interesse sanitario generali e degli aggiornamenti dalla letteratura pediatrica “maggiore" . Lo scopo è che il lettore abbia la sensazione di sfogliare un giornale scegliendo i titoli che più lo interessano. Nessuna pretesa pertanto di sistematicità e di commento che và oltre il breve riassunto di quelli che sono i principali risultati e le possibili implicazioni pratiche o di ricerca.
Si parla di opinioni di giornalisti, novità dalla letteratura, e come tali vanno lette: la storia ci insegna che ogni commento, ogni ultima novità, non va considerata una verità assoluta né applicata l'indomani, ma va presa come un aggiornamento da far maturare nel cassetto attendendo le conferme ed i cambiamenti di opinione che solo il tempo e l'esperienza possono fornire.
Un invito ai lettori di essere parte attiva della rubrica, con la segnalazione di articoli che hanno avuto modo di leggere e che ritengono meritevoli di segnalazione (da inviare al seguente indirizzo: irene.bruno@tele2.it)

TUTTE LE NOTIZIE
25 Novembre 2005

Asma lieve persistente: cortisone solo quando stanno male
Treatment of Mild Asthma. NEJM, 2005 (4)Volume 353:424-427.
Una lettera al New England dal Servizio di Allergologia dell'IRCCS Burlo Garofolo di Trieste a ribadire come, probabilmente, come ha scritto Boushey et al. ad Aprile, un trattamento regolare con budesonide per l'asma lieve persistente, non offra vantaggi significativi rispetto ad una terapia intermittente di breve durata. In questa lettera viene riferito di uno studio che ha confrontato i dati di prescrizione di farmaci antiasmatici a bambini di sette regioni italiane, con lo stesso tipo di informazioni raccolte in FVG. Nel centro di riferimento per l'asma pediatrico del FVG, si suggerisce già da tempo di eseguire brevi cicli di terapia piuttosto che trattamenti prolungati: così facendo, la prescrizione di corticosteroidi inalatori in un anno (2003) in bambini fino 13 anni, è risultata di un terzo inferiore rispetto a quella di altre regioni italiane (0.47 vs. 1.46 confezioni/bambino, rispettivamente), il numero di prescrizioni per montelukast, meno della metà (0.11 vs. 0.26 confezioni/bambino, rispettivamente). Nonostante ciò, il numero di farmaci sintomatici (salbutamolo) consumati da ogni bambino con asma (il maggiore indicatore di riesacerbazioni d'asma) è risultato simile, in FVG rispetto a quello delle altre regioni (1.42 vs. 1.44 confezioni/bambino, rispettivamente). Questi dati, ottenuti su 88,736 bambini con asma, sembrano supportare le conclusioni di Boushey et al. nello studio fatto su pazienti adulti.

Asma: il remodelling è precoce e non si modifica più, qualsiasi terapia venga fatta
Am J Respir Crit Care Med. 2005 Aug 18.
Questo lavoro di Martinez completa, con follow-up fino 18 anni, il suo lavoro fondamentale sul “wheezing” nei primi sei anni di vita (NEJM 1995) e conferma il dato già segnalato da Sears (NEJM 2003) e Horak (BMJ 2003) che il remodeling si acquisisce precocemente e non si modifica più, qualsiasi terapia venga fatta.
E' il primo studio di questo tipo, che segue una coorte di bambini fin dalla nascita.
“Utilizzando i dati di uno studio di popolazione di nati a Tucson, Arizona, abbiamo descritto 4 fenotipi di pazienti dell'età di 3 -6 anni: quelli che non avevano mai avuto bronchiti asmatiformi (n=425), quelli con bronchiti asmatiformi precoci e transitorie (n=164), quelli con asma persistente (n=113), e quelli esorditi tardivamente (n=124)….il tipo di asma ed i livelli di funzionalità polmonare vengono stabiliti a 6 anni e non cambiano all'età di 16 anni in chi ha iniziato a presentare sintomi asmatiformi negli anni prescolastici".

Autoimmunità, sistema nervoso centrale e streptococco
Dev Med Child Neurol. 2005;47(11):785-91.
Lo streptococco di gruppo A può indurre malattie autoimmnuni negli esseri umani, coinvolgendo soprattutto cuore, articolazioni e cervello. Lo spettro delle possibili malattie a livello del sistema nervosa centrale (SNC) causate dallo streptococco si è recentemente ampliato ed include disturbi del movimento (corea, tic, distonia, Parkinsonismo, disturbi psichiatrici -soprattutto di tipo emozionale-), e disturbi del sonno. Studi di immagine e anatomo-patologici indicano nei gangli della base l'area più vulnerabile. Si è anche ipotizzato che lo streptococco giochi un ruolo anche in malattie neuropsichiatriche comuni, ma l'evidenza è al momento scarsa, ed il ricercare lo streptococco nei pazienti con sindrome di Tourette o con disturbi ossessivo-compulsivi, non è al momento raccomandato…. Gli anticorpi sierici non permettono di differenziare tra PANDAS, Tourette o sani…
Singer HS. Neurology. 2005 Oct 5;
L'immunoreattività contro i 4 antigeni considerati patogeni non si differenziava tra i gruppi confrontati…questi risultati non supportano l'ipotesi che PANDAS e sindrome di Tourette siano secondarie ad anticorpi anti neurali.
Esattamente l'opposto di quel che si dice…e si fa in questi ultimi anni….

Incidenza di anticorpi anti-SNC e disturbi ossessivo-compulsivi
Br J Psychiatry 2005;187:314-9.
Un articolo questa volta in linea con le recenti teorie che sostengono un ruolo patogeno dello streptococco nelle patologie autoimmuni del SNC: gli anticorpi anti-streptococco sarebbero maggiormente presenti in un significativo gruppo di casi con disturbi ossessivo compulsavi idiopatici.
Le ossessioni e le compulsioni possono manifestarsi nella corea di Sydenham e nelle “paediatric autoimmune neuropsychiatric disorders associated with streptococcus” (PANDAS). I mediatori ritenuti responsabili sono anticorpi anti gangli basali (ABGA). In questo articolo gli autori hanno valutato l'ipotesi che l'autoimmunità post-streptococcica potesse avere un ruolo nei disturbi ossessivo compulsavi idiopatici. La media di ABGA legatisi al substrato con tecnica ELISA è stata elevata nella coorte dei pazienti quando confrontata con tutti i gruppi di controllo (P<0.005 in tutti i confronti). … questi risultati supportano l'ipotesi che l'autoimmunità a livello del sistema nervoso centrale giochi un ruolo.

ROMA - Un ragazzo di 17 anni è morto, UDINE «Se ti spogli ti votiamo»…e altro ancora
Il Corriere della sera, 13 Novembre 2005. Nel quartiere Portuense, a Roma, si stava svolgendo una corsa clandestina. Il giovane si trovava a bordo di un'auto con altri due amici quando, per cause in corso di accertamento, la vettura è sbandata finendo contro un muro in via Frattini.
Il Corriere della sera, 13 Novembre 2005. Strip sui banchi per diventare capoclasse.
I compagni: «Se ti spogli ti votiamo». La ragazza è stata filmata con i telefonini e il video è stato trasmesso su Internet
Il Corriere della sera, 13 Novembre 2005. La piccola trovata morta nel cassonetto a Pergusa, vicino Enna. Neonata nella spazzatura, arrestata rumena. La donna, in Italia senza permesso di soggiorno e accompagnata in ospedale da un uomo, è stata fermata con l'accusa di infanticidio
La Stampa, 13 Novembre 2005- CRONACHE- Picchiata perchè non fa copiare il compito a scuola
Una bambina di 11 anni finisce in ospedale nel cui cortile, durante l'intervallo, l'alunna è stata aggredita a calci e pugni da un gruppo di coetanei. il pestaggio, interrotto dall'intervento di una bidella richiamata dalle urla di disperazione della ragazzina accerchiata e stretta in un angolo del cortile. All'origine, secondo una prima ricostruzione dell'accaduto, sembrerebbe esserci stata la volontà di dare una lezione all'undicenne che si sarebbe rifiutata di fare copiare un compito
La Stampa, 13 novembre 2005- Schiacciata dal televisore bimba muore in ospedale.
Una bambina di tre anni, è morta ieri pomeriggio all'ospedale di Rovigo per i gravi traumi riportati dopo essere stata schiacciata dal mobile porta televisore e dall'apparecchio televisivo di 22 pollici che lo sovrastava.
La Stampa, 13 novembre 2005- Spacciavano davanti alla figlia: All'apparenza sembravano una felice famiglia in giro con la propria figlioletta. In realtà sfruttavano proprio quest'immagine di normalità per spacciare eroina e hashish nella zona tra Albenga e Loano.
Tutto questo il 13 Novembre.

Chernobyl, niente tracce sui bimbi in Italia
Il Corriere della sera, 13 Novembre 2005
Studio condotto da ricercatori dell'Istituto Europeo di Oncologia di Milano
I piccoli nati l'anno del disastro non mostrano un aumentato rischio di tumore della tiroide. Esposizioni molto basse non sono preoccupanti. L'incidente nucleare di Chernobyl, avvenuto 19 anni fa in Ucraina, non ha aumentato il rischio di tumore nel nostro Paese, stando ai risultati di uno studio appena concluso. La ricerca ha esaminato le conseguenze, dal punto di vista oncologico, del disastro, e precisamente il rischio di contrarre malattie tumorali della tiroide nei bambini italiani che 19 anni fa furono esposti alle radiazioni ionizzanti (iodio radioattivo, stronzio radioattivo ed altri isotopi) liberate dall'esplosione nucleare.

Ambiziosi si nasce
Il Corriere della sera, 13 Novembre 2005
Uno studio pubblicato su «Time»: il successo è nei geni, la voglia di emergere dipende al 50% dai cromosomi. «L'ambizione viene dai geni, responsabili al 50% del nostro desiderio e capacità di sfondare» replica il settimanale americano….
Alla Washington University i ricercatori hanno fotografato, invece, il cervello degli studenti per investigarne il livello di persistenza: la capacità di rimanere focalizzati su una data mansione, fino al suo compimento, considerata il motore cruciale dell'ambizione. «Gli individui col livello di persistenza più alto hanno tutti il lobo inferiore del cervello, adibito alle emozioni e alle abitudini, più sviluppato».

India, bambina nata con il cuore esterno in una mano
La Stampa, 13 novembre 2005
RAIPUR. Medici indiani stanno lottando per salvare la vita a una bambina nata con un cuore esterno che al momento della nascita teneva in una mano. "La bambina ha un cuore esterno completamente sviluppato fra il collo e la clavicola. Quando è nata teneva il cuore nella mano destra", ha detto S.K. Pambhoi, un responsabile medico governativo.
I medici hanno detto di essere riusciti a separare la mano dal cuore, ma che la bambina, nata ieri da una famiglia povera della città di Korba, nello stato centrale di Chhattisgarh, morirà se non sarà operata subito. "Il suo cuore è collegato agli organi interni con le arterie e le vene. Un intervento chirurgico è la migliore opzione per inserire il cuore e metterlo nel suo posto", ha detto Pambhoi. "C'é un'alta possibilità che il cuore subisca infezioni, perciò è necessario operare presto", ha aggiunto. I medici hanno detto che i genitori sono troppo poveri per sostenere i costi di un'operazione….
La bambina è morta il giorno dopo per una infezione.

Salute materno infantile: obbligatorio garantirla a tutti
BMJ 12 Novembre 2005;331:1102
Ogni anno più di 500 000 donne muoiono durante la gravidanza o il parto e più di 4 milioni di bambini muoiono nei primi 28 giorni di vita. Il contrasto con i paesi industrializzati è impressionante. Di 1000 bambini nati in Africa o nel sud-est asiatico 44 e 38 rispettivamente muoiono nel periodo neonatale, 4 nei paesi ricchi. Anche il tasso di mortalità materna è di 20 volte tanto in Africa rispetto ai paesi ricchi…. Gli interventi preventivi ed efficaci volti a migliorare la salute di mamma e bambino esistono, ma non sono disponibili per le persone che vivono nelle parti più povere del mondo.
Un accordo delle nazioni unite prevede di ridurre la mortalità infantile di due terzi e quella materna di tre quarti entro il 2015: in uno studio pubblicato su questo numero del BMJ Adam e colleghi hanno evidenziato una strategia (istruzioni alla famiglia sulle cure del neonato, presenza di personale addestrato al momento del parto, presenza di personale ostetrico e neonatologico per le emergenze): questi interventi si sarebbero dimostrati in grado, garantendoli almeno al 95% della popolazione, di dimezzare la mortalità materna ed infantile.

I cibi dolci aumentano il rischio di tumore al seno
BMJ 12 Novembre 2005;331:1102
Il mangiare regolarmente cibi dolci, tra cui biscotti, gelati, miele e cioccolata può aumentare il rischio di tumore al seno. Un vasto studio caso controllo su più di 5000 donne italiane ha dimostrato che gli effetti di questo tipo di alimentazione sono significativi: l'eccessiva ingestione di dolci potrebbe essere direttamente responsabile del 12% dei tumori al seno nella popolazione italiana, un valore che non è certo possibile ignorare. (notizia data da Annals of Oncology)
…un problema dell'adulto…ma che va prevenuto fin dall'infanzia….e non solo per il rischio di tumore al seno

In America viene inserito nel calendario vaccinale la vaccinazione per epatite A
BMJ 12 Novembre 2005;331:1102
Il comitato per la prevenzione e le vaccinazioni ha deciso di vaccinare tutti i bambini tra 1 e 2 anni di vita contro il virus dell'epatite A. Circa un quarto delle epatiti A avvengono nei bambini, anche se poi, molti adulti contraggono l'infezione dai più piccoli. Spesso il virus si acquisisce con l'ingestione di cibo contaminato da feci. Nel 2003 circa 600 persone sono state infettate dall'epatite e 3 sono morte. Nello studio proposto in questo numero del BMJ, la vaccinazione pare offrire dei benefici alla salute dei singoli, ad un costo ragionevole…..
Ovviamente, per l'Italia, i numeri e le valutazioni costo beneficio sono diverse come diversa è l'incidenza di epatite A….(http://www.epicentro.iss.it/problemi/epatite/tec.htm)….ma è probabile, che almeno in certe zone d'Italia questa proposta possa risultare valida nel rapporto tra i costi-benefici.

Vuoi citare questo contributo?

I. Bruno Asma lieve persistente: cortisone solo quando stanno male
Asma: il remodelling è precoce e non si modifica più, qualsiasi terapia venga fatta
Autoimmunità, sistema nervoso centrale e streptococco
Incidenza di anticorpi anti-SNC e disturbi ossessivo-compulsivi
ROMA - Un ragazzo di 17 anni è morto, UDINE «Se ti spogli ti votiamo»…e altro ancora
Chernobyl, niente tracce sui bimbi in Italia
Ambiziosi si nasce
India, bambina nata con il cuore esterno in una mano
Salute materno infantile: obbligatorio garantirla a tutti
I cibi dolci aumentano il rischio di tumore al seno
In America viene inserito nel calendario vaccinale la vaccinazione per epatite A. Medico e Bambino pagine elettroniche 2005;8(9) https://www.medicoebambino.com/_asma_disturbi_streptococco_anticorpi_ossessivo_terapia

Copyright 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.