MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Maggio 2019
numero 5
I POSTER DEGLI SPECIALIZZANDI


Epidemiologia, presentazione clinica, fattori di rischio, imaging e prognosi della PRES: l’esperienza di un Centro di Oncoematologia pediatrica
Eleonora Cattaruzza
Università di Trieste
Indirizzo per corrispondenza: ele_ooh@hotmail.it


La sindrome dell’encefalopatia posteriore reversibile (PRES) fu inizialmente descritta come una condizione reversibile caratterizzata da sintomi neurologici acuti ed evidenza all’imaging di edema cerebrale sottocorticale prevalentemente parieto-occipitale. Nel tempo si è rivelata essere non sempre reversibile, non sempre posteriore, e non soltanto localizzata nella sostanza bianca del parenchima cerebrale.
Il presente studio si pone l’obiettivo di descrivere l’epidemiologia, le caratteristiche del quadro clinico, i fattori di rischio associati, i quadri radiologici e la prognosi della PRES secondo l’esperienza del Centro di Oncoematologia pediatrica dell’IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo” di Trieste. Sono stati presi in considerazione i casi di PRES diagnosticati presso l’Oncoematologia pediatrica dell’IRCCS Materno-Infantile “Burlo Garofolo” di Trieste dal 2007 al 2016 compresi. Le cartelle cliniche sono state analizzate in modo retrospettivo.
Nell’arco temporale scelto la PRES si è presentata con un’incidenza pari al 2% ed è risultato un maggior rischio nelle leucemie rispetto ai tumori solidi.
I sintomi d’esordio sono stati principalmente l’alterazione dello stato mentale (42,9%), l’alterazione della deambulazione (28,6%) e la sindrome da inappropriata secrezione di ADH (28,6%).
Nel 71,4% dei casi la PRES è insorta in corso di terapia con vincristina. La neurotossicità della vincristina aumenta quando essa è associata a un antifungino azolico o a un inibitore di pompa protonica. Nel 57,1% dei casi la PRES è insorta in corso di terapia con tali associazioni farmacologiche. Tale riscontro ha causato una modifica della prassi nel nostro Centro di Oncoematologia pediatrica: si è deciso di evitare per quanto possibile l’associazione della vincristina con azolici e con inibitori di pompa protonica.
L’edema cerebrale vasogenico si presenta alla risonanza magnetica come lesione ipointensa nelle sequenze pesate in T1 e come lesione iperintensa nelle sequenze pesate in T2 e nelle sequenze FLAIR. La prognosi è stata favorevole, con una mortalità associata alla PRES pari allo 0%, una risoluzione clinica nella totalità dei casi esaminati, e una risoluzione radiologica nel 71,4% dei casi.
La PRES si conferma una patologia rara in pazienti pediatrici oncoematologici. La leucemia rappresenta la patologia di massima incidenza (4,5%). L’associazione dei farmaci utilizzati in fase di induzione potrebbe essere implicata nella patogenesi della malattia e, stante i dati emersi, suggeriamo che l’utilizzo di azolici e inibitori di pompa venga riconsiderato.



Vuoi citare questo contributo?
E. Cattaruzza. EPIDEMIOLOGIA, PRESENTAZIONE CLINICA, FATTORI DI RISCHIO, IMAGING E PROGNOSI DELLA PRES: L’ESPERIENZA DI UN CENTRO DI ONCOEMATOLOGIA PEDIATRICA. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(5) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1905_10.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.