MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XXII
Gennaio 2019
numero 1
I POSTER DEGLI SPECIALIZZANDI


Dolore neonatale, empatia materna e depressione postpartum: attivazione funzionali della corteccia cerebrale nella relazione madre-neonato
Gaia Caoduro
Università di Trieste
Indirizzo per corrispondenza: gaiacaoduro@gmail.com


La depressione postpartum (DPP) è la psicopatologia più frequentemente diagnosticata tra le neomamme (prevalenza 10-15%) ed è fortemente impattante per i suoi effetti avversi sull’interazione madre-neonato. È stato anche dimostrato che, nella madre, vi è una mancata attivazione della corteccia somatosensoriale quando vede il proprio neonato sottoposto a una procedura dolorosa.

Obiettivi di questo studio sono stati:
  1. identificare la presenza di un profilo correlazionale neurale tra la mamma e il proprio neonato, osservato mentre viene sottoposto a una procedura clinica dolorosa;
  2. valutare se il profilo correlazionale emerso differisca nel caso di una sintomatologia depressiva materna.
Dodici coppie madre-neonato hanno partecipato allo studio che si è svolto presso il Nido dell’IRCCS Materno-Infantile "Burlo Garofolo". Mediante la topografia ottica, strumento di neuroimmagine funzionale che si avvale della spettroscopia del vicino infrarosso, è stata rilevata contemporaneamente l’attività corticale materna e neonatale durante l’osservazione, da parte della madre, del prelievo ematico capillare da tallone eseguito sul neonato tra la 36a e la 48a ora di vita. Le attivazioni delle singole porzioni di corteccia monitorate (o canali) nella madre sono state correlate con quelle monitorate nel neonato mediante il coefficiente di correlazione di Pearson. È stato inoltre utilizzato un controllo statistico per confronti multipli (FDR). Al termine della rilevazione corticale si è somministrato, a ogni madre, un questionario per la valutazione della sintomatologia depressiva (EPDS). In relazione ai punteggi osservati, due donne del campione sono risultate a rischio di sviluppare la DPP (EPDS > 9).
Nelle madri non a rischio per la DPP (EPDS ≤ 9) si è riscontrato un profilo correlazionale neurale caratterizzato da 101 correlazioni significative (P < FDR 0,05), di cui 70 (70%) positive (sincronizzazioni interpersonali neurali) e 31 (30%) negative (desincronizzazioni interpersonali neurali). Nella madre con EPDS = 10 si è riscontrato un profilo correlazionale neurale caratterizzato da 70 correlazioni significative (P < FDR 0,05), di cui 26 (37%) positive (sincronizzazioni interpersonali neurali) e 44 (63%) negative (desincronizzazioni interpersonali neurali). Nella madre con EPDS = 13 si è riscontrato un profilo correlazionale neurale caratterizzato da cinque correlazioni significative (P < FDR 0,05), di cui quattro (80%) positive (sincronizzazioni interpersonali neurali) e una (20%) negativa (desincronizzazione interpersonale neurale). Le regioni corticali materne interessate sono state la corteccia frontale posteriore e la corteccia parietale anteriore.
In conclusione, nelle madri non a rischio di sviluppare la DPP vi è una prevalenza di sincronizzazioni interpersonali neurali con il proprio neonato. Esse interessano aree corticali facenti parte del “cervello del genitore”, nonché del sistema dei neuroni specchio parieto-frontale. Tale scoperta dimostra l’avvenuto processo empatico di partecipazione all’esperienza dolorifica neonatale da parte della madre e avvalora la teoria relativa al ruolo del sistema dei neuroni specchio nell’esperienza empatica, che in questo studio si è manifestata come una sincronizzazione di network corticali tra la madre e il proprio neonato. Nelle madri a rischio di sviluppare la DPP tali sincronizzazioni interpersonali neurali con il proprio neonato sono alterate, risultando quantitativamente ridotte e/o qualitativamente diverse.


Vuoi citare questo contributo?
G. Caoduro. DOLORE NEONATALE, EMPATIA MATERNA E DEPRESSIONE POSTPARTUM: ATTIVAZIONE FUNZIONALI DELLA CORTECCIA CEREBRALE NELLA RELAZIONE MADRE-NEONATO. Medico e Bambino pagine elettroniche 2019; 22(1) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1901_40.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.