MeB Pagine Elettroniche
a cura della redazione di MeB Pagine Elettroniche
Volume XX
Settembre 2017
numero 7
I POSTER DEGLI SPECIALIZZANDI


L’anemia che fa male
Anna Bonadies, Giuliana Rispoli
Dipartimento della Donna, del Bambino e di Chirurgia Generale e Specialistica, Seconda Università di Napoli
Indirizzo per corrispondenza: annabonadies89@gmail.com


Un bambino di 3 anni giunge in Pronto Soccorso (PS) per dolore addominale (VAS 4); escluso un addome acuto viene inviato a casa con terapia antidolorifica per os.
Dopo una settimana ritorna in PS per dolore addominale e febbre, perciò vengono eseguiti ecografia addominale completa che mostra splenomegalia, ed esami ematochimici che evidenziano un’anemia normocromica normocitica, leucocitosi, ittero e aumento dell’LDH. Viene ricoverato per approfondimento diagnostico. Dopo alcune ore, per il peggioramento delle condizioni cliniche, inizia terapia antibiotica empirica con ceftriaxone e terapia infusionale con graduale miglioramento. Il giorno seguente vengono effettuate indagini di secondo livello tra cui l’elettroforesi dell’emoglobina, che evidenzia la presenza di un’emoglobina anomala in quantità pari al 86%, che risulta essere una HbS dopo indagini molecolari. Viene quindi fatta diagnosi di anemia falciforme (SCD).

Febbre e dolori ricorrenti devono sempre far sospettare anche una diagnosi di SCD soprattutto nei pazienti originari da zone epidemiologicamente interessate dall’HbS come Africa, Albania, Sud America, ma anche Sicilia e Calabria.

Con questo caso vogliamo richiamare l’attenzione sulle prime linee guida italiane per la gestione in PS degli eventi acuti di pazienti con SCD recentemente pubblicate dalle società italiane AIEOP e SITE, a cui abbiamo attivamente partecipato. Questi bambini hanno un rischio elevato di sviluppare complicanze potenzialmente fatali quali sepsi, sindrome toracica acuta, sequestro splenico, stroke. In tutti i casi di SCD, nota o sospetta, al triage va attribuito almeno un codice giallo; se presente dolore andrà trattato secondo gli step dell’analgesia dell’OMS entro 30 minuti dall’accesso in PS. Data l’asplenia funzionale di tali pazienti, la febbre è un’emergenza e va immediatamente trattata con terapia antibiotica. Le infezioni da batteri capsulati vanno prevenute con un’attenta calendarizzazione delle vaccinazioni, nonché con profilassi antibiotica quotidiana.

Vuoi citare questo contributo?
A. Bonadies, G. Rispoli. L’ANEMIA CHE FA MALE. Medico e Bambino pagine elettroniche 2017; 20(7) https://www.medicoebambino.com/?id=PSR1707_30.html




La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.