Rivista di formazione e di aggiornamento professionale del pediatra e del medico di base, realizzata in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri

M&B Pagine Elettroniche

Striscia... la notizia

a cura di Maria Valentina Abate1, Irene Bruno1 e Alessandra Perco2
1Clinica Pediatrica, IRRCS “Burlo Garofolo”, Trieste
2Redazione di Medico e Bambino





http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/scienza/2011/05/06/visualizza_new.html_873632307.html

Neonati, 7200 decessi al giorno
Lancet, il 98% dei casi nei Paesi poveri


Ogni giorno 7.200 bambini, nel mondo, muoiono poco dopo aver visto la luce. Nel 2009 sono morti 2,6 milioni di bimbi entro il primo anno di vita, soprattutto nei Paesi a basso reddito. La rivista scientifica Lancet ha pubblicato le stime aggiornate sulla mortalità neonatale, rilevando il preoccupante dato sul lento calo dei decessi. Nel 1995 si erano registrati 3 milioni di casi, nel 2009 si è arrivati a 2,6 milioni. Una piccola percentuale al ribasso, solo l'1,1% all'anno.


Talassemia, 300 mila malati nel mondo
In Italia 10mila, 8 maggio giornata mondiale della malattia

Sono 300 mila i bambini nel mondo ogni anno nati con emoglobinopatie e 10 mila i pazienti in Italia affetti da forme di talassemia; i nuovi flussi migratori dal Nord Africa stanno aumentando i portatori sani di talassemia e patologie da ferro in Europa'. Lo dice il responsabile del centro Microcitemia dell'ospedale Galliera, Gian Luca Forni. L'8 maggio c'è stata la Giornata Mondiale della Talassemia, una nuova emergenza sanitaria globale, diffusa nelle zone a clima temperato.


Salute: Oms, attenzione a morbillo
Malattia rialza la testa, anche dove il vaccino è disponibile

È stato il morbillo il protagonista della Settimana Europea dell'Immunizzazione che si conclude in questi giorni in 52 paesi. Nonostante sia stato oggetto di un preciso obiettivo di eradicazione entro il 2010 da parte dell'Oms, questa malattia sta rialzando la testa anche in paesi, per prima l'Italia, dove il vaccino è disponibile. Nel nostro paese anche per rosolia e altre patologie si nota un numero di casi superiore agli altri paesi.


Europa, 39 mila morti l'anno per diarrea
Oms, nel 90% dei casi la colpa è l'acqua non sicura e la scarsa igiene

In Europa sono circa 207 milioni gli incidenti e 39mila i morti causati ogni anno da fenomeni diarroici che, nel 90% dei casi sono da addebitare all'uso di acque insalubri, servizi igienici inadeguati o alla poca igiene. Lo afferma l'Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui nel mondo le patologie diarroiche sono la seconda causa principale di malattia e per i bambini sotto i 5 anni la diarrea è la seconda causa di morte


Se il bambino beve troppo dal biberon, diventerà obeso

Uno studio americano rivela che sarebbe meglio staccare il piccolo dal «ciuccio» a un anno. L'uso prolungato del biberon come principale contenitore per bere latte e altri cibi aumenta il rischio di obesità negli anni. I bimbi che continuano a bere dal biberon fino a due anni hanno un rischio di divenire obesi a 5,5 anni del 30% più alto dei coetanei che dicono addio prima al biberon. È quanto emerge da uno studio pubblicato sul Journal of Pediatrics da Robert Whitaker e Rachel Gooze del Center for Obesity Research and Education alla Temple University.


Stimolatore per incontinenza grave bimbi


Uno stimolatore impiantato sottopelle nella regione lombare permette di riattivare il controllo nervoso che regola il riempimento e lo svuotamento della vescica, mettendo fine all'incontinenza e alla ritenzione. La particolare tecnica chirurgica, che in Italia viene effettuata all'Ospedale Bambino Gesù di Roma, è stata illustrata al Congresso europeo di urologia pediatrica a Copenhagen dal 27 al 30/4. In Italia soffrono questo tipo di patologie neurologiche circa 4-5mila bambini.


Le abitudini genitori cambiano il sonno dei bimbi

La maggior parte dei disturbi del sonno nei bambini dipende da fattori ambientali modificabili (ossia da comportamenti sbagliati come far dormire i bimbi nel "lettone") e quindi non è una condizione ereditaria dipendente dai geni: piccole attenzioni alla corretta igiene del sonno da parte dei genitori possono fare la differenza nel risolvere questi disturbi della prima infanzia. Lo dimostra uno studio pubblicato sulla rivista Pediatrics da ricercatori dell'Istituto Superiore di Sanità.


È vero che alcuni antinfiammatori topici non vanno usati se si sta al sole?

In effetti, il ketoprofene e tutti gli altri antinfiammatori (per esempio l'ibuprofene e il naproxene) hanno in comune la proprietà di indurre fototossicità. In altre parole, quando questi antinfiammatori vengono applicati sulla pelle e poi questa viene esposta al sole, si può avere una violenta reazione fototossica con comparsa di arrossamento e bruciore, fino alla formazione di grosse bolle molto simili a quelle delle ustioni provocate dal calore. Questa reazione è scatenata dai raggi ultravioletti, sia del sole sia delle lampade UV utilizzate per abbronzarsi.


Bilinguismo in famiglia
Bilinguismo: quali i vantaggi e come introdurlo sui bambini piccoli? Giocando, imparando insieme a una persona cara e leggendo libri imparare una lingua straniera è più facile

Per molti anni, il pregiudizio per cui la esposizione di un bambino piccolo a due o più lingue contemporaneamente fosse dannosa è stata molto diffusa. Oggi, fortunatamente, non solo ci si è ricreduti sui presunti danni del bilinguismo, ma addirittura se ne riscontrano benefici a livello neuronale. Del resto, oggi, anche la società italiana ci mostra svariati esempi di perfetto bilinguismo nei bambini appartenenti alle famiglie immigrate, esattamente come molti anni fa alcuni tra i nostri nonni erano perfetti esempi di bilinguismo italiano-dialetto. Il bilinguismo infantile, ovvero l’esposizione sistematica e costante sin dall’infanzia, è per tanti versi auspicabile non solo per l’efficacia (fortunatamente si può acquisire una competenza quasi bilingue anche imparando le lingue da grandi), ma anche per la facilità con cui i bambini imparano le lingue, data soprattutto dalla plasticità del cervello infantile e dalla libertà dell’apparato fonico, ancora non legato ai suoni della madrelingua ma “aperto” alla ben più ampia gamma di suoni che si ritrovano nella lingua nel mondo ma non I bambini che, per famiglia o situazione ambientale, sono naturalmente esposti a più lingue, le impareranno senza alcuna fatica o confusione, anche se non viene seguito alcun metodo per insegnare loro il secondo o terzo idioma.


Questa rubrica si propone di fornire notizie di interesse sanitario generale e brevi aggiornamenti dalla letteratura pediatrica “maggiore". Lo scopo è che il lettore abbia la sensazione di sfogliare un giornale scegliendo i titoli che più lo interessano: nessuna pretesa pertanto di sistematicità e di commento che va oltre il breve riassunto di quelli che sono i principali risultati e le possibili implicazioni pratiche o di ricerca. Si parla di opinioni di giornalisti, novità dalla letteratura, e come tali vanno lette: la storia ci insegna che ogni commento, ogni ultima novità, non va considerata una verità assoluta né applicata l’indomani, ma va presa come un aggiornamento da far maturare nel cassetto attendendo le conferme e i cambiamenti di opinione che solo il tempo e l’esperienza possono fornire. Questa premessa è anche un invito ai lettori a essere parte attiva della rubrica. Vi chiediamo di suggerirci articoli/news/pubblicazioni che avete avuto modo di leggere e che ritenete meritevoli di segnalazione (scrivete a valentina_aba@yahoo.it; brunoi@burlo.trieste.it; alessandra.perco@gmail.com.

Vuoi citare questo contributo?

a cura di M.V. Abate, I. Bruno e A. Perco Se il bambino beve troppo dal biberon, diventerà obeso
Stimolatore per incontinenza grave bimbi
Le abitudini genitori cambiano il sonno dei bimbi
È vero che alcuni antinfiammatori topici non vanno usati se si sta al sole?
Bilinguismo in famiglia'>Neonati, 7200 decessi al giorno
Talassemia, 300 mila malati nel mondo
Salute: Oms, attenzione a morbillo
Europa, 39 mila morti l'anno per diarrea
Se il bambino beve troppo dal biberon, diventerà obeso
Stimolatore per incontinenza grave bimbi
Le abitudini genitori cambiano il sonno dei bimbi
È vero che alcuni antinfiammatori topici non vanno usati se si sta al sole?
Bilinguismo in famiglia. Medico e Bambino pagine elettroniche 2011;14(5) https://www.medicoebambino.com/?id=NEWS1105_10.html

Copyright © 2019 - 2019 Medico e Bambino - Via S.Caterina 3 34122 Trieste - Partita IVA 00937070324
redazione: redazione@medicoebambino.com, tel: 040 3728911 fax: 040 7606590
abbonamenti: abbonamenti@medicoebambino.com, tel: 040 3726126

La riproduzione senza autorizzazione è vietata. Le informazioni di tipo sanitario contenute in questo sito Web sono rivolte a personale medico specializzato e non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico. Per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio medico curante. I contenuti di queste pagine sono soggetti a verifica continua; tuttavia sono sempre possibili errori e/o omissioni. Medico e Bambino non è responsabile degli effetti derivanti dall'uso di queste informazioni.

Unauthorised copies are strictly forbidden. The medical information contained in the present web site is only addressed to specialized medical staff and cannot substitute any medical action. For personal cases we invite to consult one's GP. The contents of the pages are subject to continuous verifications; anyhow mistakes and/or omissions are always possible. Medico e Bambino is not liable for the effects deriving from an improper use of the information.