Rivista di formazione e aggiornamento di pediatri e medici operanti sul territorio e in ospedale. Fondata nel 1982, in collaborazione con l'Associazione Culturale Pediatri.

M&B Pagine Elettroniche

Casi indimenticabili

Occhio… alla chemosi congiuntivale

Andrea Puma1, Luca Pecoraro2,3, Luca Dalle Carbonare2, Alice Flore1, Giorgio Piacentini4, Angelo Pietrobelli4,5

1Scuola di specializzazione in Pediatria, Università di Verona
2Dipartimento di Medicina, Università di Verona
3Pediatria, ASST Mantova
4Pediatria, AOUI di Verona
5Pennington Biomedical Research Center, Baton Rouge, Louisiana (Stati Uniti)

Indirizzo per corrispondenza: luca.pecoraro@asst-mantova.it

Conjunctival chemosis: a case report

Key words: Chemosis, Conjuctiva, Eyeball

A 4-year-old boy presented with a sudden swelling in his right eye associated with itch, unilateral tearing and presence of jelly-like oedema in the bulbar conjunctiva. The diagnosis was conjunctival chemosis. Conjunctival chemosis is the oedematous imbibition of the tissues underlying the bulbar conjunctiva that determines the jelly-like swelling from the eyeball. It is an unspecific sign of eye inflammation that in most cases is ascribable to allergic diathesis or viral or bacterial infections. The diagnosis is clinic and therapy should be targeted to the treatment of its trigger.

Un bambino di 4 anni si presentava alla nostra attenzione per improvvisa comparsa di tumefazione oculare destra associata a prurito oculare e lacrimazione omolaterale, in assenza di altri sintomi. Presenza di edema della congiuntiva bulbare, con aspetto gelatinoso protrudente dal bulbo. La diagnosi è stata di chemosi congiuntivale. La chemosi congiuntivale è l’imbibizione edematosa dei tessuti sottostanti la congiuntiva bulbare che determina la formazione di una tumefazione con aspetto gelatinoso protrudente dal bulbo, a volte di dimensioni cospicue. Rappresenta un segno aspecifico di irritazione oculare, che nella maggior parte dei casi è riconducibile a diatesi allergica o infezioni virali o batteriche. La diagnosi è clinica e la terapia deve essere mirata al trattamento dalla causa scatenante.

Vuoi citare questo contributo?


L'accesso è riservato agli abbonati alla rivista che si siano registrati.
Per accedere all'articolo in formato full text è necessario inserire username e password.
Puoi accedere all'articolo abbonandoti alla rivista (link). Per acquistare l'articolo contattare la redazione all'indirizzo redazione@medicoebambino.com.

Username
Password